Primato britannico

pubblicato il:

Assegnato a Sir Norman Foster il riconoscimento corrispodente alla categoria "arte" dei Britain's Best Award (fosterandpartners.com), i premi sponsorizzati dal network televisivo ITV e riservati ai cittadini della Gran Bretagna, che "negli ultimi dodici mesi" (a2mediagroup.com) si siano distinti a livello internazionale  in uno degli ambiti considerati -  gli altri sei sono "economia", "televisione", "musica", "cinema", "sport" e "moda". Partecipando in videocollegamento alla cerimonia di premiazione, svoltasi lunedì 19 maggio a Londra, l'architetto ha evidenziato il carattere corale delle sue opere, sviluppate grazie a un gruppo di lavoro "sparso in giro per il mondo".

L'inserimento tra i personaggi dell'anno è coinciso con l'entrata di Foster nel progetto da un miliardo e mezzo di dollari che la società immobiliare Sama Dubai intende realizzare nalla zona delle Docklands a Melbourne, all'interno di un'area da promuovere e riqualificare. Su una superficie di almeno 250.000 mq, come riferisce The Age (theage.com.au), dovrebbero sorgere uffici, negozi ed edifici residenziali, a patto che si concludano positivamente le trattative in corso ormai da quai due anni con la VicUrban, l'agenzia di sviluppo che sovrintende la gestione delle Docklands.

Poco più di un anno fa l'incarico per il nuovo insediamento era attribuito a un'altra britannica d'adozione, Zaha Hadid: sempre secondo theage.com.au - che però non approfondisce i motivi della sua "sostituzione", la vincitrice del Pritzker Prize 2004 aveva proposto un grattacielo di circa sessanta piani, attrezzato con impianti per il trattamento delle acque e pensato in modo da potere essere costruito facendo "ampio uso di materiali riciclati".  

Sito ufficiale delle "Melbourne Docklands"