Architettura live

Nasce per fornire alla collettività un luogo di fruizione di musica e arte drammatica, che rappresenti anche un punto di riferimento per l'attività di orchestre e compagnie di attori, il Theatre et Auditorium de Poitiers (TAP), progettato dall'architetto João Luis Carrilho da Graça e realizzato a partire dal 2003 grazie a un investimento di oltre 56 milioni di euro.

Il rigore formale dei due corpi squadrati che ospitano rispettivamente il teatro da 722 posti e la sala concerti in grado di contenere fino a 1021 spettatori, mette  in risalto l'intento di intensificare la partecipazione del pubblico alle iniziative che si svolgono all'interno. L'infrastruttura tecnologica, insieme al sistema acustico, che consente alle due sale di funzionare contemporaneamente (culture.france3.fr), contribuisce a porre l'accento sugli aspetti funzionali.   

Grazie all'involucro vetrato formato dalle facciate esterne, attive come display per la proiezione di transizioni cromatiche luminose e di filmati - "annunci relativi alla programmazione, estratti di spettacoli", il TAP "diventa un supporto alla comunicazione" (letheatre-poitiers.com).

A partire dall'atrio d'ingresso che collega i due grandi parallelepipedi, si succedono una serie di spazi riservati al pubblico, tra cui due ampi foyer, un salone per la documentazione multimediale e un ristorante panoramico all'aperto. Il complesso include anche camerini, tre sale prove e uno studio di registrazione. Dei 33.000 mq della superficie totale, 12.000 sono stati destinati al parcheggio (328 posti auto) distribuito su 8 piani (poitiers.eu).   

Galleria di immagini (da jlcg.pt)

Dossier sul Theatre et Auditorium de Poitiers (in francese, da poitiers.eu)

pubblicato in data: