Primato al femminile

La Indian Naval Academy, complesso situato a Ezhimala (stato di Kerala) "su un'area di 200.000 metri quadrati, che include 7 kilometri di spiaggia", oltre a essere la più grande struttura del genere in tutta l'Asia (arabnews.com), rappresenta anche un importante traguardo nella carriera dell'architetto Namita Singh, che nel 1988 era riuscita ad aggiudicarsi l'incarico di realizzarla: il progetto è infatti il più esteso mai affidato a una donna in quella regione geografica (manoramaonline.com).

Laureata nel 1970 a Chandigarh, la città in cui ha sede lo studio Satnam Namita and Associates, che dirige con il marito (hecarfoundation.org), la Singh si è dedicata alla professione sviluppando, nell'arco di oltre trent'anni,  edifici "istituzionali, commerciali e residenziali". "I progetti di Namita sono fortemente ispirati dalle carattestiche del luogo e dagli stili tradizionali dell'architettura". La sua "ideologia come architetto è stata preservare l'ambiente naturale e assicurare il minimo impatto sulla topografia e sulla flora..." (indiaprwire.com).  

L'Accademia Navale, che ha richiesto l'investimento di una cifra equivalente a 149 milioni di dollari, è stata inaugurata l'8 dicembre. A partire dalla primavera di quest'anno, 450 cadetti - gli allievi dovrebbero superare il migliaio entro i  prossimi quattro anni (arabnews.com) - frequenteranno  le aule, i laboratori e le attrezzature sportive (piscine, piste per l'atletica, stadio) previste per la formazione dei futuri ufficiali. Nel campus, che ospiterà complessivamente circa 4000 unità (di cui quasi 1300 tra istruttori, docenti, marinai e civili), sono compresi anche un auditorium e una biblioteca.

L'intervento, iniziato vent'anni fa, con la prima pietra posta da Rajiv Gandhi (arabnews.com) e con la messa in opera della rete stradale, si è concentrato sull'edificio a partire dal 2000. "Da allora", ha dichiarato Namita Singh (manoramaonline.com), "ho avuto l'abitudine di stare qui una settimana al mese per sovrintendere [i lavori]".
 
Immagine (da indiaprwire.com)

pubblicato in data: