L'occhio di OMA

Un "Centro Creativo" nel cuore di Shenzhen (Cina meridionale), insignita nel 2008 del titolo di "Città del Design" dall'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura: il complesso, che diventerà punto di riferimento per realtà aziendali e acquirenti di servizi, svolgerà la funzione di distretto produttivo e di nodo infrastrutturale "in un paesaggio di molteplicità, permeabilità e apertura verso l'attività creativa" (designboom.com).

Il concorso di progettazione per lo Shenzhen Creative Center è stato vinto dall'Office for Metropolitan Architecture, con una proposta che ha prevalso sulle altre 31 vagliate dalla giuria. Il fulcro del sistema ideato da OMA, in collaborazione con lo studio Urbanus, è lo Shenzhen Eye, "un nuovo monumento... un vuoto sferico e un simbolico 'Spazio di Immaginazione' - aperto, non occupato, una zona di creatività che concentra l'energia di Shenzen e la visione del futuro"  (bustler.net).

Le aree verdi e i gruppi di edifici popoleranno una superficie di 20 ettari, circondata da un grande "anello" pedonale, in grado di connettere le varie strutture e i percorsi più interni. Sottoterra, al di là dell' "occhio", verrà disegnata una trama di collegamenti agganciata alla rete esistente (treni, metropolitane, autobus) e un nucleo di attrezzature commerciali ed espositive.

Immagini (da designboom.com)

pubblicato in data: