Certificazione energetica degli edifici: al via nuovo provvedimento in Emilia Romagna

pubblicato il:

L’assessore Campagnoli: “Fondamentale per conseguire gli obiettivi di risparmio energetico e valorizzazione delle fonti rinnovabili fissati dal Piano energetico regionale”.


Entrano in vigore dal 1° luglio le disposizioni contenute nell’Atto di Indirizzo e coordinamento sui requisiti di rendimento energetico e sulle procedure di certificazione degli edifici.


L’atto, deliberato dall’Assemblea legislativa, fissa in particolare i requisiti minimi di rendimento energetico degli edifici con un’applicazione integrale nel caso di edifici di nuova costruzione, ovvero di ristrutturazione integrale di edifici esistenti di superficie superiore a 1000 metri quadri.


E’ invece prevista un’applicazione limitata al rispetto di specifici parametri e livelli prestazionali nel caso di ristrutturazioni parziali, manutenzione straordinaria dell’involucro edilizio, recupero di sottotetti, nuova installazione o ristrutturazione di impianti termici.

Dal 1° luglio 2009 il provvedimento riguarderà anche le singole unità immobiliari soggette a trasferimento a titolo oneroso, mentre a decorrere dal 1° luglio 2010 l’obbligo dell’attestato di certificazione energetica sarà esteso anche alle unità immobiliari soggette a locazione.


Il provvedimento regionale dà attuazione alla direttiva 2002/91/CE sul rendimento energetico nell’edilizia e alla direttiva 2006/32/CE concernente l’efficienza degli usi finali dell’energia.

La delibera dell’Assemblea, in sintonia con quanto previsto dal Piano Energetico Regionale, rafforza i requisiti prestazionali relativi agli edifici fissati dal legislatore nazionale, in particolare per quello che riguarda il risparmio energetico per la climatizzazione estiva e il ruolo delle fonti rinnovabili per la copertura dei consumi di energia primaria.


Il provvedimento disciplina inoltre il sistema regionale di certificazione energetica degli edifici definendo i soggetti preposti alle attività di certificazione energetica.

Dal 21 luglio 2008 tutti i professionisti interessati potranno rivolgere le loro richieste anche on line per essere accreditati quali certificatori energetici.   


L’attestato di certificazione, rilasciato da un soggetto accreditato riporterà i dati relativi all’efficienza energetica degli edifici, nonché i suggerimenti in merito agli interventi più significativi ed economicamente più convenienti per il miglioramento delle prestazioni energetiche.

A tale riguardo l’atto dell’Assemblea fissa un sistema di classificazione energetica basato su 8 classi di prestazione energetica degli edifici.


“Si tratta di un provvedimento di grande rilevanza per conseguire gli obiettivi di risparmio energetico e valorizzazione delle fonti rinnovabili fissati dal Piano Energetico Regionale
– afferma Duccio Campagnoli, assessore alle Attività produttive, Sviluppo economico e Piano Telematico – cui si affiancano altri provvedimenti inerenti la qualificazione energetica degli insediamenti produttivi, dei sistemi urbani e degli edifici pubblici”.

(Fonte: Regione Emilia-Romagna)

 

 

 

certificazione energetica edifici energia energie rinnovabili piano energetico regionale progettare e costruire Regione Emilia Romagna