Come ristrutturare casa sfruttando i vantaggi fiscali: le indicazioni dell’Agenzia delle Entrate

Sono oltre 3 milioni i cittadini italiani che, dal 1998 a oggi, hanno ristrutturato un immobile usufruendo della detrazione Irpef, attualmente del 36% delle spese sostenute.

E proprio per consentire ai contribuenti di continuare ad utilizzare al meglio tutte le agevolazioni fiscali previste dalle norme per i lavori di recupero del patrimonio edilizio arriva “Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali” , la guida aggiornata scaricabile, in formato pdf, dal sito dell’Agenzia, in distribuzione gratuita presso gli uffici locali.

Il manuale, pubblicato già nel 2004 e costantemente aggiornato on-line, presenta tutte le novità introdotte negli ultimi anni e in particolare quelle della Finanziaria 2008, che proroga la detrazione fiscale del 36% a tutto il 2010, mantenendo alla stessa data anche l’aliquota Iva agevolata del 10%.

Chi può godere dei vantaggi fiscali e come fare, quali interventi sono ammessi alla detrazione, in che misura e per quali immobili, sono i quesiti ai quali la guida risponde.
E ancora, il tetto massimo della detrazione e le rate che si possono portare in diminuzione dall’Irpef indicandole nella dichiarazione dei redditi, nonché la comunicazione di inizio lavori da inviare al Centro operativo di Pescara, sono trattati diffusamente nell’opuscolo.

Un capitolo è dedicato all’aliquota Iva del 10% e, fra gli altri argomenti, anche la detrazione del 19% degli interessi passivi sui mutui.


Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali
Vedi (in formato .PDF)

 

 

pubblicato in data:

agenzia delle entrate casa fisco progettare e costruire ristrutturazione