Lombardia – Camere di Commercio, 83 milioni di euro per la competitività

Prosegue l’azione congiunta Regione-Camere di Commercio a sostegno della competitività delle imprese.
Per il 2009, quarto anno di applicazione dell’Accordo di programma varato nel 2006, sono stati messi a disposizione 83 milioni di euro, da impegnare secondo sette Assi di intervento.

Le aree di intervento sono:
– innovazione,
– internazionalizzazione,
– promozione del territorio e dell’ambiente,
– modernizzazione dell’efficienza amministrativa,
– interventi per artigianato e micro-imprese,
– promozione dell’attrattività del mercato lombardo,
– infrastrutture.

Novità di quest’anno, un forte impegno per il settore agro-alimentare (che entra ad arricchire l’Asse 6).

Queste le principali decisioni del Programma d’azione 2009 approvate al Palazzo Pirelli, nella riunione del Collegio di Indirizzo e Sorveglianza dell’Accordo di programma sulla competitività, presenti, oltre ai presidenti di Regione Lombardia, Roberto Formigoni, e di Unioncamere, Francesco Bettoni, e delle 11 Camere di Commercio, gli assessori Gianni Rossoni (Istruzione, Formazione e Lavoro), Romano La Russa (Industria, Pmi e Cooperazione), Domenico Zambetti (Artigianato e Servizi), Franco Nicoli Cristiani (Commercio), Massimo Ponzoni (Ambiente), Luca Daniel Ferrazzi (Agricoltura) e Davide Boni (Territorio e Urbanistica).

Nel 2006, il primo programma d’azione aveva messo a disposizione 63 milioni; nel 2007, 74 milioni e 75 nel 2008.

Complessivamente dunque, con gli 83 del 2009, l’impegno finanziario arriva a quota 295 milioni.

In dettaglio, per il 2009, le risorse, pari a 82,933 milioni di euro (oltre 48 a carico di Regione Lombardia, altri 31 messi a disposizione dal Sistema camerale e i rimanenti 3,1 provenienti da altri soggetti), sono così distribuite:
– innovazione: 37,5 milioni di euro;
– internazionalizzazione: 21,9 milioni;
– promozione del territorio e ambiente: 8 milioni;
– modernizzazione dell’azione amministrativa: 3 milioni;
– artigianato e micro-imprese: 8,4 milioni;
– promozione dell’attrattività del mercato lombardo: 3,2 milioni
– infrastrutture: 1 milione.

“Abbiamo verificato con le Camere di Commercio, e dunque con i rappresentanti dell’imprenditoria lombarda – ha detto il presidente Formigoni – i nostri accordi che prevedono stanziamenti di centinaia di milioni di euro per favorire la ripresa del nostro sistema produttivo. Noi lavoriamo collegialmente con le Camere di Commercio in una grande collaborazione. Questa collaborazione e questa responsabiltà è indispensabile per uscire dalle difficoltà di oggi. Con grande rapidità abbiamo approvato nuove misure e nuovi interventi a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese e quindi per sostenere l’esportazione, per sostenere l’innovazione delle imprese perché vincerà chi saprà innovare prima con maggiore intelligenza”.

“Abbiamo anche approvato – ha aggiunto Formigoni – altri interventi nel campo delle infrastrutture, della formazione dei nostri lavoratori e dei giovani. Sono molto soddisfatto della fluidità dei rapporti perché questo ci permette di essere la Regione italiana che meglio sta reagendo a questa situazione di crisi e quindi, ancora una volta, saremo noi a trascinare l’Italia fuori da una situazione difficile”.


Ed ecco in dettaglio i 7 assi di interventi

1 – INNOVAZIONE

Stanziamento previsto: 37,5 milioni di euro (24,5 milioni di Regione Lombardia, 12 Sistema camerale, 1 altri soggetti). Gli obiettivi di questa azione sono: garantire equilibrio fra azioni locali e azioni di sistema regionale, diffondere i processi innovativi, favorire processi correlati ai temi ambientali ed energetici, incentivare un più stretto e concreto collegamento fra Università, Centri di ricerca e mondo produttivo. Accanto a queste azioni, di particolare rilevanza sono quelle per lo sviluppo e l’attrazione del capitale umano, per inserimento di giovani nel sistema economico lombardo accessibilità a percorsi di alta formazione, borse di studio, finanziamento di attività di ricerca congiunte fra Università e imprese. In particolare sarà sviluppato un progetto da 11,5 milioni, “Innovazione e sostegno della capacità occupazionale del manifatturiero. Appartengono a questo “Asse” anche le iniziative in vista di Expo 2015, finanziate con 8,5 milioni di euro, nelle aree Salute, Agro-alimentare, Energia-Ambiente e Manifatturiero Avanzato.

2 – INTERNAZIONALIZZAZIONE

Stanziamento previsto: 21 milioni di euro (12,5 Regione Lombardia, 8,250 Sistema camerale, 1,5 altri soggetti). Le principali azioni riguardano il sostegno a bandi per l’internazionalizzazione (voucher per fiere e missioni all’estero, in continuità con quanto già fatto negli anni scorsi) e lo sviluppo di programmi promozionali verso numerosi paesi dei cinque continenti. Altre linee di intervento, previste dallo stesso Asse, riguardano la canalizzazione degli investimenti esteri sui settori strategici del capitale umano, la promozione dei sistemi fieristici lombardi e il sostegno alla filiera della Moda.

3 – PROMOZIONE DEL TERRITORIO E AMBIENTE

Stanziamento previsto: 8 milioni di euro (4 Regione Lombardia, 4 Sistema camerale). Le misure tendono a valorizzare le reti presenti sul territorio, a partire da quelle commerciali e della distribuzione, per l’utilizzo consapevole ed efficiente delle risorse, in un contesto di sostenibilità ambientale.

4 – MODERNIZZAZIONE ED EFFICIENZA DELL’AZIONE AMMINISTRATIVA

Stanziamento previsto: 3 milioni di euro (1,5 Regione Lombardia, 1,5 Sistema camerale). I principali interventi riguardano la messa a regime dei processi di telematizzazione dei bandi, la diffusione in tutte le Pubbliche Amministrazioni lombarde di firma digitale, posta elettronica certificata, la razionalizzazione degli Osservatori per realizzare un primo rapporto sulla competitività lombarda. Tra gli obiettivi, l’incremento dell’efficacia/efficienza del servizio all’utente anche attraverso l’eliminazione completa della forma cartacea.

5 – ARTIGIANATO E MICROIMPRESE

Stanziamento previsto: 8,4 milioni di euro (4,2 Regione Lombardia, 4,2 Sistema camerale). Le misure più importanti, in continuità con le iniziative del 2007, sono il sostegno alle imprese e lo stimolo ai processi di innovazione e di internazionalizzazione, con incentivi per favorire i processi di aggregazione delle microimprese, la semplificazione delle procedure burocratiche e, soprattutto, lo sviluppo di reti di eccellenza tra imprese artigiane e microimprese. La “vetrina” per il sistema sarà ancora “Artigiana”, l’evento regionale diffuso su tutto il territorio lombardo.

6 – PROMOZIONE DELL’ATTRATTIVITÀ DEL MERCATO LOMBARDO

Stanziamento previsto: 3,2 milioni di euro (1.295.000 Regione Lombardia, 1.244.500 Sistema camerale, 0,627 altri soggetti). La novità di questo Asse è costituita dalla serie di interventi di promozione e valorizzazione del settore agricolo e delle filiere agro-alimentari. Previste azioni di sostegno per aumentare la competitività delle produzioni lombarde e per una loro commercializzazione sul mercato lombardo, su quello nazionale e nei mercati esteri. Tra le manifestazioni fieristiche scelte per la promozione elle attività del settore Vinitaly 2009 e Tuttofood 2009.

7 – SISTEMA INFRASTRUTTURALE
Stanziamento previsto: 986.000 euro (0,493 Regione Lombardia, 0,493 Sistema camerale). Tra le iniziative, quelle di informazione e formazione del consenso sugli interventi infrastrutturali, studi di fattibilità per le nuove linee metropolitane e ferroviarie (realizzazione, riqualificazione e valorizzazione del trasporto su ferro e relative stazioni per M2 Vimercate, FS tratta Milano Rogoredo – Pieve Emanuele), interventi per le imprese con progetti integrati volti a favorire l’ottimizzazione e/o l’attivazione di servizi innovativi di trasporto, con particolare riferimento al trasporto merci (tra cui la logistica per la mobilità delle merci).
(Fonte: regione Lombardia)

pubblicato in data:

ambiente camera di commercio infrastrutture innovazione progettare e costruire Regione Lombardia territorio