Regione Piemonte – Difesa del suolo, avviati investimenti per altri 56,4 milioni

Investimenti per 56,4 milioni di euro per la mitigazione del dissesto idrogeologico in Piemonte.

Questo l’esito della sottoscrizione del terzo atto integrativo dell’Accordo di programma quadro in materia di difesa del suolo, avvenuta a Roma il 7 novembre scorso, tra la Regione Piemonte e i ministeri dello Sviluppo economico e Ambiente.

"I lavori riguarderanno in particolare la realizzazione di sistemi di difesa lungo i tratti dei fiumi Po, Tanaro, Bormida, Toce e di torrenti e rii minori, e il rafforzamento delle sistemazioni idrogeologiche e la stabilizzazione di movimenti franosi" sottolinea l’assessore regionale alla difesa del suolo, Bruna Sibille.

Segnalando che particolare rilevanza assumono gli interventi relativi ai nodi idraulici critici di Torino (fiume Po a Moncalieri), Vercelli (reticolo minore) ed il fiume Toce (Pallanzeno e altri).

L’accordo sottoscritto rappresenta il completamento delle fasi progettuali finanziate nell’ambito del 2° Atto integrativo, evidenziando gli effetti positivi di una corretta programmazione.

Dei 56,4 milioni di euro, 22,2 provengono dal fondo per le aree sottoutilizzate e 34,2 da fonte regionale.

Le iniziative nel settore della difesa del suolo avviate dalla Regione Piemonte attraverso i precedenti Accordi di programma quadro, stipulati tra il 2003 ed il 2006, hanno portato all’attivazione di 424 interventi, di cui 186 conclusi, per un valore di 116,4 milioni di euro.
Info – Assessorato regionale Difesa del suolo – 011 432 3876

pubblicato in data:

difesa del suolo dissesto idrogeologico Ministero Sviluppo Economico progettare e costruire Regione Piemonte