Roma – Nuovo Centro Congressi la nuvola: arriva il tetto della teca

Giornata dedicata ai lavori per la copertura della Teca del Nuovo Centro Congressi in costruzione all’Eur, la cosiddetta “Nuvola”.

Alla cerimonia, in occasione della prima fase del sollevamento, ha partecipato il sindaco Gianni Alemanno, insieme a numerose autorità, ai vertici di Eur Spa e all’architetto Massimiliano Fuksas, che ha progettato la Nuvola.

Il nuovo Centro Congressi sarà un’opera dall’eccezionale valore artistico, caratterizzata da soluzioni innovative e realizzata con materiali tecnologicamente avanzati di produzione italiana.

La struttura in acciaio della copertura della Teca del Nuovo Centro Congressi, di proprietà di Eur Spa, è montata utilizzando il sistema del sollevamento dal basso e, viste le notevoli dimensioni della superficie (12mila metri quadrati) che copriranno la grande piazza ideata da Fuksas, si è deciso di assemblare e sollevare la struttura in tre fasi successive.

Date le notevoli dimensioni della copertura (180 x 66 metri) la struttura, per l’80%, è realizza preventivamente a terra, per poi essere posizionata nella sua configurazione definitiva mediante sistema di sollevamento dal basso, completando in quota il restante 20%.

Il primo modulo, lato viale Shakespeare, dal peso di 1.200 tonnellate, ha iniziato oggi la sua salita fino a quota 34 metri. Per l’occasione, cantiere aperto ai cittadini e ai giornalisti per assistere al montaggio, che termina in serata.

La “Nuvola” di Fuksas avrà una capienza di circa 9.000 posti suddivisi tra: l’auditorium, ‘sospeso’ tra i 15 e i 18 metri d’altezza e capace di accogliere 1.800 persone; le due grandi sale congressuali; lo spazio adiacente alla sala principale, in aggiunta ad alcune sale meeting minori.

Considerata una delle più importanti opere architettoniche previste nella Capitale del terzo millennio, sarà uno dei più grandi fra i centri congressi d’Europa e del bacino del Mediterraneo
(Fonte: Comune di Roma)

pubblicato in data:

progettare e costruire