Umbria – Oltre 3 milioni e 400mila euro a comuni per gestione dei rifiuti

pubblicato il:

I fondi sui progetti sono erogati ai Comuni dell’Umbria che hanno presentato progetti di raccolta differenziata “porta a porta” che interessano almeno il 30% degli abitanti, e la loro fruibilità sarà legata al raggiungimento degli obiettivi indicati dal piano.

La Giunta Regionale dell’Umbria, su proposta dell’assessore all’Ambiente e Sviluppo sostenibile

Lamberto Bottini, ha approvato il piano di riparto per i contributi a sostegno della gestione dei rifiuti.

Si tratta di un importo considerevole, oltre 3 milioni e 400 mila euro – sottolinea Bottini – che sono impiegati nella maggior parte come misure di sostegno alla riduzione della produzione dei rifiuti e la raccolta differenziata, due degli obiettivi fondamentali contenuti nel nuovo Piano regionale di gestione dei rifiuti, preadottato il 6 ottobre scorso dalla Giunta Regionale, e che ha iniziato il suo iter“.  “L’assegnazione dei fondi – spiega l’assessore – risponde quindi alla necessità di concentrare gli sforzi del sistema umbro, in particolare Comuni e Aziende di gestione sulle linee programmatiche individuate dal nuovo Piano rifiuti e che devono essere attuate in tempi molto ravvicinati.


 

 

 

 

 

In particolare, oltre 120 mila euro sono impegnati per le azioni tese alla riduzione dei rifiuti attraverso il progetto “Percorsi innovativi di riduzione di rifiuti alla fonte, una parte del quale già in attuazione attraverso l’installazione dei distributori dei detersivi alla spina; in numerosi punti dell’Umbria.

Oltre 2 milioni e 600mila euro sono impegnati per il sostegno dei progetti dei Comuni dell’Umbria di raccolta differenziata effettuata attraverso il sistema del porta a porta e per le premialità ai Comuni che hanno raggiunto gli obiettivi di raccolta differenziata nel corso del 2007.
I fondi sui progetti sono erogati ai Comuni dell’Umbria che hanno presentato progetti di raccolta differenziata porta a porta che interessano almeno il 30% degli abitanti, e la loro fruibilità sarà legata al raggiungimento degli obiettivi indicati dal piano.
Una parte rilevante dei fondi, 900mila euro saranno erogati con il vincolo di destinazione alla premialità verso i comportamenti virtuosi dei cittadini e quindi per la riduzione delle tariffe all’utenza che ha effettuato con successo la raccolta differenziata.

La Regione – sottolinea l’assessore Lamberto Bottini – con questo atto accompagna i Comuni dell’Umbria  verso il raggiungimento degli obiettivi ambiziosi indicati dal nuovo Piano Rifiuti per la raccolta differenziata, da effettuarsi con il sistema del ‘porta a porta’ che comporterà una complessiva riorganizzazione dei Servizi. Si dà, inoltre, un primo segnale di attenzione ai comportamenti virtuosi dei cittadini in materia di gestione dei rifiuti. Tutte le eventuali risorse della Regione Umbria – conclude – saranno da ora in poi destinate al sostegno delle pratiche virtuose tese alla riduzione dei rifiuti e al recupero di materia, le somme stanziate saranno erogate solo a fronte del raggiungimento degli obiettivi indicati dal Piano”.


comuni gestione rifiuti progettare e costruire raccolta differenziata Regione Umbria rifiuti