Veneto – 2 milioni di euro per investimenti straordinari nelle scuole

La legge finanziaria nazionale ha stanziato un fondo per investimenti straordinari di 20 milioni di euro da destinare all’adeguamento strutturale e antisismico degli edifici scolastici o anche alla costruzione di nuovi, moderni plessi.

Alla Regione del Veneto sono stati assegnati due milioni di euro: sono risorse destinate alle sette province che potranno fare domanda e essere così inserite nella graduatoria che si sta predisponendo con criteri di accesso precisi e puntuali.

Il bando, che prevede un contributo massimo erogato di 250 mila euro, è stato approvato stamattina in sede di Giunta regionale su indicazione dell’assessore ai Lavori pubblici, Massimo Giorgetti.

“La sicurezza nelle scuole per i ragazzi e per i loro insegnanti – ha ricordato Massimo Giorgetti – è stata sempre una nostra priorità.
Lo dimostrano le azioni che abbiamo intrapreso e lo testimoniano gli oltre 20 milioni di euro che abbiamo messo a bilancio per il prossimo  anno. Il nostro unico intento è garantire ambienti salubri e privi di pericolo.”


Dal 2004 la Giunta regionale ha impiegato in sicurezza 12 milioni e 200 mila euro sia nelle scuole materne, che in quelle elementari. Per le superiori proprio la settimana scorsa è stato chiesto alle province di fare un monitoraggio della situazione presente nell’intero territorio.

“Gli istituti superiori
– ha ribadito ancora l’assessore – non hanno una linea di finanziamenti dedicata nel nostro bilancio. I due milioni di euro che il dipartimento nazionale di Protezione civile ha attribuito alla nostra regione sono pertanto utilissimi, sebbene la Regione del Veneto si sia resa disponibile a reperire risorse proprie in caso di condizioni di evidente degrado o di carenze sull’applicazione della legge 626. Per le scuole materne e per le elementari sono state invece evase tutte le richieste arrivate dai comuni. Le informazioni necessarie per completare la banca dati nazionale sono state inviate al ministero dell’Istruzione.
Come sempre accade, il Veneto ha fatto la sua parte.
Altrettanto rapidamente non hanno agito le altre regioni italiani: ecco perché purtroppo la banca dati nazionale resta tuttora carente e incompleta, rendendo così complessa la mappatura sull’intero territorio nazionale.”


Oltre ai 12 milioni di euro deliberati per la messa in sicurezza, la Regione del Veneto ha già stanziato dal 2003 sino a oggi 89 milioni e mezzo di euro per costruire moderni, attrezzati edifici se le condizioni dei vecchi non permettevano alcuna azione efficace di ristrutturazione.


Per l’assessore ai Lavori pubblici, non ci sono al momento scuole a rischio per gli alunni e i loro docenti.
“Certamente è giusto e doveroso – ha concluso Massimo Giorgetti – dare garanzie ai genitori che gli studenti sono al sicuro: la Regione del Veneto sa di avere lavorato e operato bene, anche comuni e province si attivino adesso per terminare la mappa in modo da pensare insieme strategie sinergiche e investire in modo fruttuoso le risorse disponibili.”  
(Fonte: regione Veneto)

    acquista su

  • www.build.it
  • i Manuali Tecnici, i Prezzari per l’Edilizia, i Codici per progettare e costruire

    consulta su

  • www.ponteweb.com
  • normativa nazionale e regionale, soluzioni e strumenti, costi manodopora, schede materiali

    formati e aggiornati professionalmente su

  • www.deiconsulting.com

pubblicato in data:

edilizia scolastica lavori pubblici progettare e costruire Regione Veneto scuole