Che diametro devono avere i tubi che portano l’acqua negli impianti di riscaldamento

Il diametro della tubazione è legato alla portata del fluido termovettore e quindi al flusso termico e alla velocità massima del fluido che nell’impiantistica civile è compresa tra 0,8 e 1,8 m/s.

I circuiti che richiedono tubazioni di maggiore diametro sono quelli dell’acqua refrigerata dove si utilizzano salti termici da 5-6° C tra la mandata ed il ritorno.

I circuiti caldi utilizzano normalmente un salto termico pari a 10-15° C.

Nell’edilizia civile le reti di distribuzione principale non hanno mai diametri superiori a 200 mm (20 cm), mentre i rami secondari richiedono tubazioni di diametro non superiore ai 100 mm.

pubblicato in data:

Esame di Stato architettura Fisica Tecnica Tecnologia w