Risparmio Energetico – Certificazione energetica

La Certificazione energetica, prevista dalla legislazione nazionale ma senza che siano mai state emanate le norme per renderla operativa, resta di fatto una procedura non chiarita e una lacuna che andrebbe colmata.

Viene segnalato, comunque, il software gratuito DOCET, sviluppato dal CNR, che è uno strumento di simulazione a bilanci mensili per la certificazione energetica degli edifici residenziali esistenti e per gli appartamenti, basato sulle metodologie sviluppate in ambito CEN, in attuazione della direttiva europea 2002/91/CE.

Altro discorso per le procedure locali che hanno adottato dei loro criteri operativi per l’emissione del certificato. La Regione Lombardia ha un suo software, il CENED, che proviene da uno sviluppo del DOCET, molto discusso dagli operatori per alcune sue pecche e per la scarsa compatibilità con altri strumenti operativi sul mercato; di fatto l’unico programma autorizzato per la redazione del Certificato energetico in questa regione.

Come già accennato in precedenza esiste il sistema di certificazione dell’Agenzia Casa Clima ‘(KlimaHaus), con il suo software specifico XClima, valido come normativa solo per l’Alto Adige, ma diventato in alcuni casi valore aggiunto per edifici pensati in regime di serio risparmio energetico applicato, anche al di fuori di quello specifico ambito locale.

La targhetta CasaClima è rilasciata a tutte le CasaClima di categoria Oro, A e B, può essere apposta sulla facciata dell’edificio ed è un segno tangibile ed immediatamente visibile della bassa classe energetica dell’edificio. La sua presenza contribuisce a rivalutare l’immagine dell’edificio, ed anche il suo valore.

La targhetta è rilasciata da un soggetto indipendente, vale a dire dall’Agenzia CasaClima, e risulta pertanto un segno tangibile delle intenzioni applicate.

di Barbara Dell’Oro


Vedi anche

pubblicato in data:

Risparmio energetico|C w