Nel fantastico mondo di Escher

Un altro importante progetto scandisce il percorso da tempo intrapreso da Reggiani nell’ambito dell’illuminazione museale: l’esposizione dedicata al genio olandese ‘pop’, Maurits Cornelis Escher.
Una mostra che, inaugurata il 24 giugno nella prestigiosa sede di Palazzo Reale, segue il successo delle rassegne a lui dedicate in tutta Italia, che con un totale di 580.000 visitatori ha conquistato le classifiche delle esposizioni più apprezzate anche dal pubblico internazionale.

La mostra, visitabile fino al 22 gennaio 2017, è promossa dal Comune di Milano – Cultura, prodotta e organizzata da Palazzo Reale di Milano, Arthemisia Group e 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE, in collaborazione con la Escher Foundation. La mostra è curata da Marco Bussagli e Federico Giudiceandrea. Main sponsor è M&G Investments.

05_Concavo_convesso_low

Illuminare un artista “pop” e poliedrico

L’esposizione mette in mostra l’artista poliedrico, dalle mille sfaccettature come le sue paradossali elaborazioni grafiche, che ha ampliato le possibilità immaginative del mondo intero, e lungo un percorso di oltre 200 opere prende il via dalla sua radice liberty e giunge alla ricerca geometrica di invenzioni spiazzanti, prospettive impossibili e universi apparentemente inconciliabili. Rappresentazioni visionarie che tendono a dare una forma all’ineffabile e che hanno incantato scienziati, logici e matematici di tutto il pianeta: questo è il mondo fantastico di Escher che Reggiani ha avuto il compito di illuminare.

“Fare luce sul mondo fantastico di Maurits Cornelis Escher è stata una missione complessa e ambiziosa”, afferma Matteo Reggiani, Corporate Strategic Officer di Reggiani. “Illuminare le mille sfaccettature di un artista così poliedrico per valorizzarne il genio davanti agli occhi del mondo: questa volta il nostro compito è stato ancora più sfidante e il risultato ci riempie di soddisfazione”.

I più celebri capolavori di Escher trovano una propria collocazione nel percorso espositivo di Palazzo Reale, dalla Sfera con mano riflettente, a Relatività (o Casa di scale), Metamorfosi e Belvedere. 
Il progetto illuminotecnico di Reggiani per l’esibizione Escher si avvale di Yori proiettore a binario nella versione da 10W, integrato con accessori antiabbagliamento e accessori lenti per adattare il fascio luminoso alle esigenze espositive.

Reggiani sarà presente con tutte le novità in termini di LED lighting per il museale e le applicazioni commerciali e contract a Illuminotronica, fiera promossa da Assodel a Padova dal 6 all’8 ottobre.

 

pubblicato in data: 04/07/2016

, , , , , ,