Nuova scuola primaria ad Avezzano, futuro punto di incontro per la comunità

concorso di progettazione - procedura aperta - due fasi

Consegna prima fase 29 aprile 2021

Il Comune di Avezzano bandisce un concorso internazionale - a procedura aperta e in due fasi - per la progettazione di un nuovo istituto omnicomprensivo per la scuola primaria (ex Giovanni XXIII) e la secondaria di primo grado (ex Corradini) da delocalizzare in tempi diversi.

L'oggetto di questo concorso riguarda l'approfondimento - con progetto di fattibilità tecnica ed economica - della sola scuola primaria. Ma anche se il secondo edificio scolastico sarà oggetto di separata procedura, la sua collocazione sul lotto è oggetto di apposito elaborato progettuale già in questa prima fase.

La proposta dovrà quindi tener conto, nell'articolazione degli spazi, dei percorsi, degli accessi e delle aree esterne, dell'intero plesso in un'idea di scuola che diventi punto di riferimento e polo strategico, per l'intera collettività.

Anche le soluzioni architettoniche dovranno essere ispirate al raggiungimento di questo obiettivo, tenendo conto del contesto, della struttura del tessuto urbanistico circostante, della collocazione dei centri attrattivi, della trasformabilità futura e delle potenzialità dell'area in riferimento all'ambiente ed alla sua trama.

Il progetto dovrà caratterizzarsi per semplicità e razionalità dell'uso, immediata identificabilità delle funzioni e dei percorsi e abbattimento delle barriere architettoniche. Sarà importante l'utilizzo di materiali e tecniche a ridotto impatto ambientale.

Il primo grado è finalizzato all'acquisizione delle migliori 5 proposte che svilupperanno, nel corso della seconda fase, un approfondimento dell'idea progettuale.

Il costo massimo dell'intervento (quadro economico, comprensivo di importo dei lavori, costi di sicurezza, progettazione, direzione lavori, collaudi, spese del concorso e totale somme a disposizione della Stazione Appaltante) è fissato a 3.000.000 euro IVA inclusa.

Requisiti di partecipazione

Il concorso è aperto ad architetti e ingegneri iscritti ai relativi albi professionali e a raggruppamenti temporanei che dovranno prevedere la presenza di almeno un giovane progettista abilitato da meno di 5 anni.

Criteri di valutazione 1a fase

  • Qualità della soluzione architettonica, in relazione alla funzionalità dell'organizzazione degli spazi (anche degli spazi verdi) ed agli aspetti qualitativi della composizione architettonica e del design | fino a 30 punti
  • Soluzioni di inserimento dell'edificio nel contesto anche in considerazione della sua valenza sociale, della chiarezza e funzionalità del layout distributivo rispetto alle connessioni viabilistiche e ciclopedonali circostanti ed all'intero plesso scolastico | fino a 20 punti
  • Qualità degli ambienti interni e di apprendimento con particolare riferimento alle soluzioni acustiche, illuminotecniche e termo-igrometriche ed alle tecnologie e materiali utilizzati | fino a 30 punti
  • Qualità degli ambienti interni in relazione alla flessibilità del loro utilizzo, sia rispetto al sistema scuola che rispetto all'esterno (attività extrascolastiche ed uso collettivo di alcuni spazi | fino a 20 punti 

Premi

Al termine della seconda fase, il vincitore del concorso riceverà un premio pari a 10.000 euro (da considerarsi come anticipazione sull'onorario del primo livello di progettazione).

Il secondo classificato riceverà un premio di 6.000 euro, il terzo di 4.000 euro, mentre il quarto e il quinto classificato un rimborso pari a 1.000 euro.

Agli autori dei progetti premiati o meritevoli di menzione verrà rilasciato un Certificato di Buona Esecuzione del Servizio, utilizzabile a livello curriculare.

Bando e documentazione
[ ilfuturoincostruzione.concorrimi.it ]

pubblicato in data: