RIFOnderia, rigenerazione dell'ex complesso Magnolfi di Prato

concorso di progettazione - procedura aperta - due gradi

pubblicato il:

Consegna 1a fase entro il 10 maggio 2022

Edilizia Pubblica Pratese, società a totale partecipazione pubblica che si occupa della realizzazione, del recupero, della manutenzione e della gestione amministrativa del patrimonio residenziale dei Comuni della Provincia di Prato, ha bandito un concorso di progettazione per acquisire uno studio di fattibilità per l'intervento di rigenerazione dell'area e degli immobili del complesso Magnolfi, dichiarato immobile di interesse storico ed artistico.

Il complesso di via della Fonderia, sede delle officine dell'Orfanotrofio tecnologico, si trova in prossimità del centro storico cittadino.  Le proposte dovranno cercare di restituire una valenza urbana all'edificio andando a ritrovare percorsi di uso pubblico di collegamento con le realtà limitrofe.

La progettazione nel suo complesso dovrà essere articolata in tre OBIETTIVI:

  • 1. RIGENERAZIONE ARCHITETTONICA - recupero edificio via Della Fonderia
    Riqualificazione dell'immobile, sia dal punto di vista strutturale, energetico e tipologico, risolvendo una situazione generale di degrado dell'area urbana. Gli interventi dovranno portare ad una nuova e più funzionale organizzazione delle unità immobiliari, con l'obiettivo di aumentarne il numero.
  • 2. RIGENERAZIONE URBANA SPAZI APERTI
    Riqualificazione delle corti interne e creazione di nuovi spazi pubblici per rendere «permeabile» l'edificio e i suoi futuri abitanti alla vita del quartiere.
  • 3. RIQUALIFICAZIONE URBANA e RIGENERAZIONE SOCIALE
    Le ipotesi progettuali dovranno potenziare le connessioni per consolidare e integrare gli obiettivi precedenti incrementando le dotazioni infrastrutturali del quartiere, mediante il recupero o la realizzazione di urbanizzazioni secondarie (attrezzature sportive di quartiere, attrezzature culturali e sanitarie, aree verdi di quartiere, ecc.)

Costo stimato per la realizzazione dell'opera (compresi oneri sicurezza) € 4.173.695,00.

Procedura concorsuale

Il concorso di progettazione è procedura aperta e in forma anonima. È prevista una prima fase per la presentazione di idea progettuale. Le migliori 5 proposte ideative saranno ammesse al secondo grado che prevede la redazione di un progetto di massima che il team vincitore svilupperà in seguito per giungere al progetto di fattibilità tecnico economica dell'intero intervento.

Criteri di valutazione per il 1° grado

  • Rigenerazione architettonica | max 35 punti
    per la qualità architettonica, aspetti innovativi, funzionalità 
  • Rigenerazione degli spazi aperti | max 20 punti
    per la qualità architettonica nel ripensare lo spazio pubblico in rapporto al tessuto urbano circostante, inserimento urbanistico e paesaggistico, funzionalità
  • Riqualificazione urbana e rigenerazione sociale | max 20 punti
    per qualità architettonica della proposta, incremento dei servizi a favore della collettività, potenziamento del transito pedonale
  • Rispondenza della proposta agli obiettivi progettuali definiti nel D.I.P. | max 25 punti

Premi

- 1° classificato:  31.400 euro
- dal 2° al 5° classificato:  5.200 euro ciascuno

Il concorso si concluderà con l'attribuzione dell'incarico di progettazione di fattibilità tecnico economica. Al vincitore verranno affidati con procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara la progettazione definitiva e la progettazione esecutiva dell'intervento per un importo complessivo di servizi di ingegneria/architettura, di circa 300mila euro.

Bando e documentazione
[ concorsiawn.it/complesso-magnolfi-prato/ ]