Marzabotto, un polo tecnologico nell'area dell'ex Cartiera Burgo

concorso di progettazione - procedura aperta - due gradi

pubblicato il:

Consegna 1a fase entro il 23 agosto 2022

Il Comune di Marzabotto ha bandito un concorso di progettazione per la riqualificazione dell'area della ex cartiera Burgo, al fine di ricreare lo stretto legame tra la frazione di Lama di Reno e la cartiera mediante la fornitura di nuovi strumenti e servizi per lo sviluppo sociale ed economico.

L'area di progetto, si sviluppa in un luogo di alto valore paesaggistico ed in posizione strategica per l'accesso alla valle del Reno ed in particolare ai percorsi escursionistici di crinale e cicloturistici. Pur mantenendo l'identità storico-industriale dell'area, l'intervento si pone, quindi, l'obiettivo di recuperare alcuni edifici della ex cartiera da adibire a nuove attività e servizi, in linea con le esigenze contemporanee del territorio e della cittadinanza.

Con l'individuazione della migliore proposta, l'amministrazione ambisce quindi a una fruizione del territorio a polarità mista: da un lato il polo tecnologico innovativo con servizi di prossimità e infrastrutture di tipo tecnologico che consentano di attirare all'interno della frazione nuove aziende, come la realizzazione di un hub dedicato alle start up; dall'altro, una serie di servizi di qualità per aree verdi e di svago.

Gli spazi dovranno essere pensati e progettati per essere flessibili e trasformabili per rispondere al meglio alle mutevoli esigenze: nello specifico, l'hub startup dovrà rappresentare un luogo idoneo alle imprese innovative che vorranno insediarsi nel territorio, prevedendo dunque locali per smartworking o formazione, spazi per laboratori e ricerche di sviluppo e connessione.

Il progetto dovrà, inoltre, prevedere una sala convegni a supporto delle attività, un'area espositiva da utilizzare come vetrina sull'esterno in funzione dei servizi all'interno dell'area riqualificata.

Il costo stimato per la realizzazione dell'opera, comprensivo degli oneri della sicurezza, è pari a 5.400.000  euro, comprensivi di oneri per la sicurezza stimati in € 400.000 al netto dell'I.V.A.

Procedura concorsuale

Il concorso di progettazione è procedura aperta e in forma anonima. È prevista una prima fase di elaborazione dell'idea progettuale. Accederanno alla seconda fase di sviluppo progettuale le migliori 5 proposte.

Elaborati richiesti - 1° grado

  • relazione illustrativa
  • 1 tavola A0

Criteri di valutazione - 1° grado

  • Qualità della strategia progettuale in merito alle relazioni paesaggistiche, urbane e funzionali, connessioni e accessibilità dell'intero comparto | fino a 40 punti
  • Qualità della proposta di rigenerazione urbana finalizzata a valorizzare le qualità formali, compositive e le potenzialità attrattive in termini di promozione e sviluppo dal punto di vista sociale, turistico e culturale | fino a 60 punti

Giuria 1° grado

  • dott.ssa Cristina Ambrosini | Responsabile della Cultura della Regione Emilia-Romagna (Presidente)
  • arch. Ida Origgi - ifdesign | Premio Architetto dell'anno 2021 (esperta in progettazione)
  • ing. Marco Savoia | Università di Bologna (esperto in progettazione strutturale)
  • Alessandro Del Piano | Direttore Area Pianificazione Territoriale e della Mobilità sostenibile della Città Metropolitana di Bologna

Premi

  • 1° classificato: 20.000 euro
  • 2° - 5° classificato: 8.000 euro

Bando e documentazione
[ concorsiarchibo.eu ]