Expo dopo Expo. Il contributo romano per la trasformazione dell'area dell'Expo in mostra a Roma

Il Dottorato DRACo della Facoltà di Architettura "Sapienza" organizza, il 30 gennaio 2017, una mostra per esporre i lavori dei dottorati di progettazione del Dipartimento di Architettura dell'Università Roma Tre e del Dottorato organizzatore realizzati durante un workshop finalizzato all'acquisizione di proposte di trasformazione dell'area dell'Expo.

Roma, lunedì 30 gennaio 2017 | ore 11:00

mostre e convegni

Roma, lunedì 30 gennaio 2017 | ore 11:00

Il Dottorato DRACo della Facoltà di Architettura "Sapienza" organizza, il 30 gennaio 2017, la mostra Expo dopo Expo. Il contributo romano, in occasione della quale saranno esposti i lavori dei dottorati di progettazione del Dipartimento di Architettura dell'Università Roma Tre e del Dottorato organizzatore realizzati durante il workshop da cui la mostra prende il nome, tenutosi lo scorso anno presso il Politecnico di Milano.

Dopo la chiusura di Expo 2015 la periferia nord di Milano è diventata un laboratorio nazionale di studi, ipotesi e progetti sul tema della frammentazione della città contemporanea. Si tratta di un territorio apparentemente caotico, incorniciato dalle autostrade dei Laghi, dalla Milano-Torino e l'asse ferroviario Torino-Venezia, che si estende ai margini del confine comunale milanese, dove la presenza di grandi infrastrutture sembra aver spezzato per sempre il rapporto organico tra complessi produttivi, insediamenti e percorsi.

Quest'area, che in qualche modo rappresenta la condizione delle periferie di molte metropoli europee, è stata oggetto di un workshop, dal titolo "Expo dopo Expo", organizzato dalla Scuola di Architettura Civile del Politecnico di Milano, in occasione del quale sono state elaborate diverse proposte progettuali per la trasformazione dell'area dell'Expo. L'iniziativa ha coinvolto numerosi Dipartimenti e Scuole di Architettura di Università italiane, costituendosi come un momento di riflessione e confronto tra differenti orientamenti progettuali.

La mostra

La mostra Expo dopo Expo. Il contributo romano si concentra sulle proposte avanzate dalle due scuole romane coinvolte nel workshop, con l'idea di stimolare un dibattito fondato su una matrice culturale e progettuale comune. I lavori esposti, Nodi Urbani e La Cittadella, sono stati realizzati da due team di progettazione del Dottorato Draco della Facoltà di Architettura di Roma Sapienza e del Dipartimento di Architettura dell'Università Roma Tre. 

i membri del primo gruppo
Giuseppe Strappa, Paolo Carlotti, Anna Irene Del Monaco, Dina Nencini, Pisana Posocco, Manuela Raitano, Vincenzo Buongiorno, Giusi Ciotoli, Marco Falsetti, Valentino Danilo Matteis, Giuliano Valeri, Pia Marziano, Illy Taci, Cristina Tartaglia sono .

i componenti della seconda squadra di lavoro
Luigi Franciosini, Luca Montuori, Simone Ombuen, Stefano Balzanetti, Guia Baratelli, Giulia Bassi, Elena Caroti, Cristina Casadei, Giulia Cervini, Alessandra Ciacciofera, Alessandro Di Mario, Cecilia Pallottini, Giulia Pandolfi, Valerio Socciarelli, Giorgio Azzariti, Daniele Martini, Giacomo Monari, Marco Scandurra.

Appuntamento

lunedì 30 gennaio 2017 | ore 11:00
Aula Fiorentino - Facoltà di Architettura, sede di via Gramsci 53  - Roma

Locandina

Per maggiori informazioni visitare www.web.uniroma1.it.

gen 30

Expo dopo Expo. Il contributo romano per la trasformazione dell'area dell'Expo in mostra a Roma Facoltà di Architettura, via Gramsci 53, Roma

segna in agenda su: OutlookGoogleYahooWindows Live (Hotmail)iCal (Mac OSX)aggiungi al calendario

pubblicato in data: