Agosto a Roma? Ecco 5 cose che potresti fare

guida alle principali mostre di architettura della Capitale

pubblicato il:

Tutti partono, ma per te non è ancora tempo di vacanze, oppure sono già finite. E forse, se ci pensi bene, è anche una gran fortuna: la città eterna deserta, traffico nullo (finalmente!) e tante cose da godere in tutta tranquillità.

Quest'anno tra l'altro, oltre alle classiche bellezze da vedere e ri-vedere, sono tante le mostre in programma da non perdere. Da Palazzo Farnese con l'opera di JR alla Domus Aurea con la nuova passerella firmata Stefano Boeri Architetti, passando per Aldo Rossi al MAXXI, Casa Balla e una bella esposizione su Roma Capitale.

Qui ti lasciamo 5 suggerimenti.

1. Punto di fuga. L'opera di JrR

Piazza Farnese

Dopo Firenze, JR tocca anche Roma, con un nuovo "squarcio visivo" che non passa sicuramente inosservato.

Lo stile è sempre quello: proprio come per la facciata a Palazzo Strozzi, anche quella di Palazzo Farnese, sede dell'ambasciata francese a Roma, si orna di un grande trompe-l'oeil realizzato attraverso la tecnica del collage fotografico, tridimensionale e in bianco e nero. Anche qui il gioco illusionistico dà l'idea di poter guardare all'interno del palazzo, che nel XVI e XVII secolo fu la residenza degli ambasciatori dei re di Francia alla corte di Roma e sede dell'Ambasciata di Francia presso il governo italiano. 

Ma perché è stato fatto?

Il Palazzo è oggetto di un grande restauro, la cui fine è prevista per il 2025. Per questo motivo l'opera si inserisce nell'ampio programma che vedrà susseguirsi gli interventi di numerosi artisti di fama internazionale.

Non è chiaro fino a quando l'opera resterà visibile, quindi meglio affrettarsi! 

foto: © Elisa Scapicchio

2. La Domus Aurea | Il cantiere e la mostra 

ingresso dal Parco del Colle Oppio, dal lato di via Labicana

Innanzitutto, portati una giacca perché la temperatura all'interno raggiunge i 10 gradi, meglio evitare i raffreddori (di questi tempi poi!)

La visita alla Domus Aurea consente di scoprire un immenso cantiere di scavi archeologici, frutto delle manie di grandezza dell'imperatore Nerone, in seguito al grande incendio che distrusse la città.

All'interno sarà possibile visitare  il Ninfeo, la Sala della Volta Dorata e la grande Sala Ottagonale, che oggi ospita la mostra "Raffaello e l'invenzione delle grottesche", visitabile fino al 22 gennaio.

Al termine della visita, l'uscita sarà preceduta dal nuovissimo intervento della passerella pedonale sospesa, firmata Stefano Boeri Architetti. Un intervento incastonato tra le rovine con un sistema di aperture e chiusure in lamiera d'acciaio nera zincata e dettagli di bronzo spazzolato e illuminata da una direttrice di luce per accompagnare il visitatore.

+info e biglietti: parcocolosseo.it

Nuovo allestimento Domus Aurea | foto: © Elisa Scapicchio

La nuova passerella progettata da Stefano Boeri Architetti | foto: © Elisa Scapicchio

3. Aldo Rossi. L'architetto e le città

MAXXI, Museo delle Arti del XXI secolo

Allestimento impeccabile per la grande retrospettiva dedicata al grande maestro Aldo Rossi. Un percorso di visita dettagliato e armonico che mostra, attraverso materiali provenienti da archivi di tutto il mondo, le visioni e gli studi relativi alle tematiche più urgenti della contemporaneità urbana, in una sorta di città immaginaria, groviglio di idee, immagini, luoghi, identità e memoria.

+info e biglietti: maxxi.art

foto: © Elisa Scapicchio

4. Casa Balla

via Oslavia

L'iniziativa, promossa dal Museo MAXXI, apre per la prima volta le porte della storica casa di Giacomo Balla, un'opera totale rimasta chiusa per trent'anni.

Si tratta infatti di un anonimo appartamento borghese che la famiglia Balla trasformò in una vera e propria opera d'arte, un laboratorio di sperimentazione fatto di pareti e porte dipinte, mobili e arredi decorati, utensili autocostruiti, quadri e sculture, abiti disegnati e cuciti in casa e tanti altri oggetti che, insieme, hanno creato un unico e caleidoscopico progetto totale.

Si può visitare solo con visite guidate preacquistando il biglietto online o presso la biglietteria del museo in via Guido Reni 4/a-8. Ad agosto apertura dal venerdì alla domenica.

Il biglietto per la visita di Casa Balla in via Oslavia è acquistabile solo congiuntamente a quello del museo, anche in date differenti. Data la capienza di sole 10 persone per fascia oraria di via Oslavia, si consiglia di verificare prima la disponibilità dell'appartamento e poi quella del museo.

+info: maxxi.archeoares.it

CASA BALLA Via Oslavia Studiolo rosso / Red small Study Foto M3Studio Courtesy Fondazione MAXXI © GIACOMO BALLA, by SIAE 2021

5. Roma. Nascita di una capitale 1870-1915

Palazzo Braschi

La mostra presenta, insieme ai grandi eventi che hanno segnato la storia della nuova capitale dal 1870 fino agli anni del primo conflitto mondiale, anche le profonde trasformazioni fisiche del corpo della città, nelle sue strade, piazze, ville e delle sue componenti sociali.

Dalla Breccia di Porta Pia alla Prima Guerra Mondiale l'esposizione si sviluppa attraverso 3 nuclei tematici che, oltre agli eventi storici, raccontano le trasformazioni urbanistiche e le architetture della nuova Capitale.

Sono in mostra circa 600 opere tra dipinti, sculture, disegni, grafica, fotografie e materiale documentario provenienti da raccolte pubbliche e private, in dialogo continuo con le immagini tratte da filmati originali che descrivono Roma nel passaggio tra Otto e Novecento.

A corredo dei documenti, le fotografie di reportage del conte Giuseppe Primoli scattate tra il 1888 e il 1903.

+info: museodiroma.it

foto: © Elisa Scapicchio

© RIPRODUZIONE RISERVATA