Milleproroghe: slitta l'obbligo di POS, normativa antincendio "soft" per gli hotel

Il Senato ha convertito in legge il decreto Milleproroghe (DL 150/2013), si attende la pubblicazione della legge in Gazzetta ufficiale. Tra le novità più importanti, lo slittamento dell'obbligo di installazione del PoS (Point of Sale) e la previsione di una semplificazione della normativa antincendio per le strutture turistico-alberghiere con meno di 50 posti letto.

Obbligo di POS (art. 9 comma 15 bis)

Il Milleproroghe modifica il DL 179/2012 e fa slittare l'obbligo per i professionisti di accettare carte di debito al 30 giugno 2014 (nel decreto l'inizio dell'obbligo era fissato ancora al 1° gennaio 2014).

La proroga si innesta nelle novità sancite dal decreto 24 gennaio 2014 emanato dal Ministero dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministero dell'Economia. Il provvedimento del MiSe ha già stabilito che l'obbligo di accettare pagamenti effettuati attraverso carte di debito si applica a partire dall'entrata in vigore del decreto, e quindi dal 28 marzo 2014, ai pagamenti di importo superiore a 30 euro in favore di esercenti - imprese e professionisti - con fatturato non inferiore a 200mila euro. Successivamente un decreto, da emanarsi entro il 26 giugno 2014, potrà individuare nuove soglie e nuovi limiti minimi di fatturato e prevedere l'estensione dell'obbligo ad ulteriori strumenti di pagamento basati su tecnologie mobili.

Più tempo agli hotel per adeguarsi alla normativa antincendio, presto una nuova regola tecnica (art. 11)

Fissato al 31 dicembre 2014, il termine per l'adeguamento alla normativa antincendio delle strutture ricettive turistico-alberghiere. Per usufruirne le strutture dovranno rispondere a tre requisiti: avere più di 25 posti letto, essere esistenti già all'entrata in vigore del D.M. 9 aprile 1994, possedere i requisiti per l'ammissione al piano straordinario biennale di adeguamento antincendio, approvato con D.M. Interno 16 marzo 2012. 

Viene prevista l'emanazione, entro 6 mesi dall'entrata in vigore della legge di conversione, di un decreto del Ministero dell'Interno che aggiorni e semplifichi le prescrizioni di sicurezza antincendio fissate per le strutture turistico-alberghiere con capienza fino a 50 posti letto. 

di Mariagrazia Barletta

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: