DDL di Stabilità: nascono i bonus per brise soleil e caldaie a biomassa

Confermata a tutto il 2015 la detrazione del 65 per cento per gli interventi antisismici

Il disegno di legge di Stabilità termina il suo primo giro di boa alla Camera. Approvato dall'Aula di Montecitorio, il testo passa ora al Senato in prima lettura. Il provvedimento che entra a Palazzo Madama contiene novità che riguardano le detrazioni fiscali. Nascono nuovi bonus per l'acquisto di schermature solari e per l'installazione di caldaie a biomassa. Confermata a tutto il 2015, inoltre, la detrazione del 65 per cento per gli interventi antisismici e di messa in sicurezza statica.

La detrazione per interventi antisismici su edifici ricadenti in zone ad alta pericolosità (classificate con i numeri 1 e 2 dall'ordinanza PdCM 3274/2003) viene prorogata ancora di un anno conservandola nella misura del 65 per cento. Il tetto di spesa resta di 96mila euro per unità immobiliare, per una spesa massima detraibile di 62.400 euro (65% di 96mila) da ripartire in 10 rate annuali.

Nasce il bonus del 65 per cento per l'acquisto e la posa in opera delle schermature solari. L'agevolazione riguarda le spese sostenute dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2015, fino a un valore massimo della detrazione di 60.000 euro. Vi rientrano le tende esterne, le chiusure oscuranti, dispositivi di protezione solare in combinazione con vetrate, ed in generale le schermature di cui all'allegato M al decreto legislativo 29 dicembre 2006, n. 311.

Inoltre, l'ecobonus del 65 per cento viene ampliato alle spese sostenute per l'acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili. Le spese devono essere sostenute dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2015, fino a un valore massimo della detrazione di 30mila euro.

 Il testo del DDL di Stabilità approvato alla Camera.

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: