A La Tourette Le Corbusier "incontra" Anish Kapoor

La mostra è visitabile dal 10 settembre 2015 al 3 gennaio 2016

Ad Éveux il patrimonio architettonico incontra l'arte contemporanea. Il cemento a vista de La Tourette, il convento alle porte di Lione, progettato da Le Corbusier, ispirerà le opere dell'artista Anish Kapoor, in un evento che si inserisce nel vasto programma della Biennale d'arte contemporanea di Lione. 

Le opere scultoree del pluripremiato artista, nato a Bombay, ma londinese di adozione, dialogheranno con l'architettura del convento. I Domenicani che lo abitano, da sette anni organizzano mostre di arte contemporanea concepite come un dialogo tra l'architettura di Le Corbusier e le creazioni ospitate.

Anish Kapoor, Dirty Corner (2011-2015), Versailles (Francia)

Quest'anno tocca ad Anish Kapoor lasciarsi ispirare dall'opera del grande maestro. «Questo incontro con l'architettura de La Tourette è stato molto stimolante per l'artista nella sua ricerca perpetua di nuove forme. Per esempio il Modulor, concepito da Le Corbusier a partire dalle proporzioni del corpo umano, l'ha ispirato. Queste proporzioni si trovano in un'opera creata per l'esposizione. Le opere esposte giocheranno in maniera variegata con l'architettura, sia in un gioco di riflessi con degli specchi, sia attraverso un dialogo tra materia e texture, tra muri di cemento, dipinti e opere in cera, sia, ancora, attraverso una risonanza tra luce e specchi circolari» ha affermato Marc Chauveau curatore dell'esposizione.

Mostra Le Corbusier, Mesures de l'homme (al Centre Pompidou fino al 3 agosto). I plastici delle Unità d'abitazione a Berlino e a Marsiglia

Anish Kapoor, ha esposto nei più musei del mondo, tra cui il MoMA di New York e i musei Guggenheim di New York e Bilbao. Ha rappresentato la Gran Bretagna alle Biennali di Parigi nel 1985 e di Venezia nel 1990. Nel 1991 si aggiudica il Turner Prize, prestigioso premio nell'ambito dell'arte contemporanea. Nel 1999 viene eletto membro della Royal Academy. Nel 2015 ha partecipato alla Biennale di Venezia e recente è la sua scultura "Dirty corner" installata nei giardini della Reggia di Versailles.

Famosa è la sua esperienza in Italia, in particolare a Napoli. Per la città partenopea Kapoor ha disegnato due uscite della stazione della metropolitana di Monte Sant'Angelo, all'interno del campus universitario della Federico II. Concepite come grandi sculture, le due opere furono realizzate in Olanda, dove rimasero alcuni anni a causa del blocco dei lavori durato circa 4 anni. Una delle due installazioni è arrivata dall'Olanda circa due mesi fa e ben presto la si vedrà montata nel luogo per il quale fu concepita nel lontano 2003.

La mostra è visitabile dal 10 settembre 2015 al 3 gennaio 2016 (info: www.biennaledelyon.com).

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: