Aurea Venustas, la cultura classica è pop nel murales di Aureum40

vincitore del concorso "Una facciata a regola d'arte"

Forme classiche ed esecuzione pop: è Aurea Venustas dello studio Aureum40 il murales vincitore del concorso "Una facciata a regola d'arte" per la riqualificazione della facciata del palazzo dell'Associazione Culturale il Pilastro a Santa Maria Capua Vetere (CE).

Il concorso chiedeva ai partecipanti di immaginare un'opera artistica capace di recuperare e comunicare la storia e le tradizioni di un territorio dall'eredità millenaria, veicolando un messaggio sociale e culturale.

Il giovane studio partenopeo composto da GiovanniMaria Santonicola, Francesco Vitiello e Sara Sgueglia ha scelto allora di partire da tre elementi simbolo della tradizione classica del territorio - la Venere di Capua, l'Arco di Adriano e l'arcata dell'anfiteatro di Santa Maria Capua Vetere - e di rielabolarli, ricomponendoli in un'opera unitaria che alterna pittura e pixelart, bianco-nero e oro.

Aurea Venustas © Aureum40

Il progetto

La volontà di esaltare la cultura classica che si manifesta nelle rovine di Santamaria Capua Vetere, ha spinto i progettisti a contrapporre sulle due estremità della facciata l'apollineo e il dionisiaco.
Da una parte la perfetta Venere di Capua, che ancora oggi splende candida e marmorea al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, dall'altra l'Arco di Adriano, materico, coperto di rossi laterizi, che emerge dall'asfalto della città contemporanea.

Tutto il sistema di rappresentazione è tenuto insieme dalla scansione degli archi dell'anfiteatro Santa Maria Capua Vetere, simbolo indiscusso della città.

Il disegno si sovrappone alla facciata, lasciando visibili i vuoti delle finestre, invece le modanature dell'edificio vengono inglobate nell'opera, che ne tiene conto, ma non ne viene alterata.

La tecnica di rappresentazione

L'opera è un grande murales, realizzato tramite pitture adeguate all'apposizione muraria, che disegna archi e pietre, la zona dorata viene realizzata tramite vernici che donano riflettività alla superficie ed al di sopra di questa, tramite la tecnica della pixelart viene giustapposta la Venere di Capua rivisitata in chiave pop tramite il bitmap di cui è composto il disegno.
La tecnica mista mira a sottolineare la tridimensionalità del disegno e un carattere unico, che si colloca in un ambito totalmente contemporaneo pur avendo radici profonde nella storia della città.


progetto per riqualificazione della piazza Largo Torre | © Aureum40

Aureum40 è un giovane studio con base a Caserta e Napoli, fondato da GiovanniMaria Santonicola (1992), Francesco Vitiello (1982) e a cui si è aggiunta da poco Sara Sgueglia.
Tra partecipazioni a concorsi e progetti di interni, lo studio porta avanti un'attività artistica incentrata sulla produzione di disegni originali, raccolti nella pagina instagram @aureum_40.
Il mese scorso sono arrivati quarti al concorso della Scuola nel Parco a Parma, mentre la vittoria a "Una facciata a regola d'arte" è la prima del loro percorso.

+ info:
Sito: www.aureum40.com
Instagram (disegni): @aureum_40
Instagram (interni): @au40architects

pubblicato in data: