in alto da sx a dx le foto di Francesca Ióvene, Simone Bossi e Lorenzo Zandri

Viaggiare per immagini, il format dedicato ai punti di vista dei fotografi di architettura, è diventato un podcast, da ascoltare sulle maggiori piattaforme di settore, tra cui anche Spotify.

Nato il 17 marzo, durante i primi giorni di lockdown per uscire idealmente dalle mura domestiche, ci ha fatto capire che viaggiare lontano con la mente fa bene anche nella quotidianità.

Per questa ragione, insieme a Lucia Bosso - curatrice - alle immagini abbiamo aggiunto le voci dei protagonisti, per riuscire a capire meglio le ragioni che li hanno spinti ad abbracciare la fotografia come strumento professionale e le modalità interpretative applicate.

Di seguito lasciamo la parola ai primi tre protagonisti, personalità di spicco del panorama, tutti italiani, ma attivi oltre confine.

Si tratta di Francesca Ióvene, Simone Bossi e Lorenzo Zandri, giovani, talentuosi e determinati nel voler cogliere e raccontare l'architettura dal loro punto di vista.

Viaggiare per immagini - podcast continua nel 2021...

Episodio #1. Francesca Ióvene

Architettura, viaggio e memoria

Francesca Ióvene, di Brescia, è una fotografa di architettura e paesaggio, con base a Berlino.

Ci racconta della sua idea di spostamento, degli stati d'animo durante il percorso, e di un lungo viaggio in Cile che l'ha portata alla scoperta di luoghi desertici e delle architetture di Pezo Von Ellricshausen.

Trailer e foto su IGTV

Episodio #2. Simone Bossi

Il Viaggio del Viaggio

Simone Bossi, fotografo di architettura originario di Varese, diviso tra Milano, Parigi e il resto del mondo, ci racconta il suo personale significato di viaggio, di quanto le sue fotografie svelino un tempo più che uno spazio e di come ogni servizio si riveli una sorta di performance.

Trailer e foto su IGTV

Episodio #3. Lorenzo Zandri

Il viaggio come catalogo di riferimenti

Lorenzo Zandri è un fotografo di architettura originario di Roma e ora di base a Londra.

Il suo racconto è contestualizzato nel momento storico che stiamo vivendo, e spiega, pertanto, come il viaggio riveli la propria condizione immaginifica, e i luoghi, come i progetti di Barragán in Messico, siano rifugi di elementi che diventano continui rimandi tra architetture d'autore e ambienti anonimi, in un archivio infinito di associazioni spaziali.

Trailer e foto su IGTV

© RIPRODUZIONE RISERVATA