Riqualificazione Lungomare Trieste a Caorle. Vince il progetto di Federico Zuanier, Federico Fernandez Rodriguez e Marco Pitteri

pubblicato il:

Federico Zuanier (Zuanier Associati), Federico Fernandez Rodriguez (Archigroup) e Marco Pitteri (studio Ferrarini Pitteri) si aggiudicano il concorso di idee lanciato dall'Amministrazione comunale di Caorle per riqualificare e valorizzare - in ambito architettonico, paesaggistico e ambientale - l'intera area del Lungomare Trieste.

A caratterizzare il progetto del Team è un pattern di cerchi tra loro tangenti, sviluppato lungo tutta la lunghezza del Lungomare per dar vita a una sequenza di isole che ospiterà piazze e ambiti pubblici, aree a verde pensile, attrezzature sportive per attività all'aria aperta, zone di sosta ombreggiate e aree di socializzazione.

 "L'opportunità di intervenire su un'inedita porzione di città è stata sviluppata attraverso un concept progettuale capace tanto di valorizzare la specificità del luogo quanto di risolvere gli aspetti più funzionali". - spiegano i progettisti - "Il complessivo ridisegno e integrazione dello stato dei luoghi intende trasformare la piastra in un nuovo polo di attrazione cittadino."

Nel versante verso mare si svilupperà un'ampia passeggiata sinuosa che correrà lungo tutta l'estensione assecondando i preesistenti accessi agli stabilimenti balneari presenti anche nel Piano degli Arenili. All'interno, invece, la nuova pista ciclabile dialogherà con la promenade in un gioco di tangenze, senza mai intersecarla.

Il progetto

Il progetto si sviluppa a partire dall'individuazione dei punti strategici da rigenerare, primo fra tutti la nuova piazza Trieste che vede la realizzazione di una copertura composta da due corpi simmetrici inclinati (pensati per ospitare la risalita del parcheggio interrato, la caffetteria e il bookshop) che daranno vita a una platea all'aperto, simbolo dell'area quale luogo di aggregazione e rappresentazione per eventi.

Segue poi il ripensamento di piazza Belvedere, completamente riqualificata nell'ottica della realizzazione del grande parcheggio interrato e che verrà completamente pedonalizzata - con una nuova pavimentazione in pietra, numerose aiuole, alberature, giochi d'acqua e sedute - ampliando la sua estensione per generare una nuova dinamicità spaziale. Il lungomare Trieste, fino a via Torino, sarà invece dotato di una nuova area di sosta con sedute ombreggiate per integrare le attività già esistenti.

Immaginando l'estensione dell'intervento fino alla foce della Laguna di Caorle, poi, il progetto inserisce un molo pubblico con punto di ristoro sull'acqua. Posto a conclusione della prmenade, il Molo Falconara garantirebbe così compiutezza all'intervento, divenendo un nuovo punto di interesse dell'estremo levante di Caorle.

Infine, dal punto di vista del verde - a cui è riconosciuto un ruolo primario nel progetto - sarà attivato un graduale processo di rigenerazione ambientale e urbana, che vedrà l'intera area di intervento trasformata in un buffer verde continuo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA