Il distanziamento sociale e la creazione di aree di sosta come fattori ispiratori del ridisegno del suolo di quasi 500 metri di fascia costiera a Busan, la seconda grande città della Corea dopo Seul, principale centro portuale della nazione.

Si tratta di Waterfront Door / Into the Ocean, l'intervento urbano - inaugurato a maggio - che ha visto lo studio milanese Migliore + Servetto Architects impegnato nel progetto di un fitto e coloratissimo pattern incentrato sul mondo marino, riqualificando così il Millak waterside park, nel vivace quartiere di Suyeoung.

Un progetto che, grazie alla collaborazione con la galleria d'arte Art SoHyang, ha coinvolto 40 artisti locali, esprimendo il dialogo tra arte e design, quali discipline affini per indagine e strumenti, a dimostrazione del fertile incrocio culturale tra Italia e Asia.

© JUNLEEPHOTOS

Significante e significato del grande pattern marino

Cinque grandi aree di 4x4 metri scandiscono il ritmo, definendo altrettante piazze tematiche, ciascuna caratterizzata da un colore e da un disegno specifico che, identificando un punto di riferimento, favoriscono l'orientamento e l'incontro.

A partire dalle aree tematiche si strutturano una serie di ulteriori segni in scale diverse, come un disegno dal macro al micro che intreccia le zone di sosta alla continuità data dal tratto ondoso e dagli elementi marini:

  • le aree di sosta minori - di 2x2 metri - sono definite da una colorazione brillante e si caratterizzano per la numerazione progressiva che permette di identificare con chiarezza i punti del percorso, come fossero numeri civici.
  • i segni grafici più piccoli, che rimandano al mondo marino, sono invece strettamente legati al genius loci e alla vocazione dell'oceano antistante, tra squali, polipi, pesci martello e tanti altri simboli del mare.

Di qui il reale significato della trama, non solo richiamo all'affaccio balneare della città, ma anche un percorso ritmato che vuole parlare di natura marina e di relazione tra persone, configurandosi all'occorrenza come campo di gioco per i più piccoli, ricco di scoperte e narrazioni per stimolare la fantasia o luogo di incontro o meditazione per chiunque voglia sostarvi.

Nel complesso la passeggiata definisce un nuovo concetto di spazio urbano, un luogo che invita ad essere abitato nel rispetto delle nuove esigenze post pandemia, un modo per creare spazi di aggregazione all'aria aperta nel rispetto del distanziamento sociale, se necessario.

Con la nuova veste il waterfront mostra la volontà di guardare alla città come una casa collettiva, uno spazio dinamico e mutabile a seconda delle ore del giorno e della notte e, soprattutto, plasmabile da chiunque voglia abitarlo.

La texture, rappresenta inoltre un'ulteriore espressione della ricerca portata avanti da Ico Migliore, che riflette sul valore e sul ruolo del pattern nel nostro "intorno", un tema cruciale e quanto mai attuale considerato il periodo di distanza tra persone e contesto che abbiamo vissuto.

© JUNLEEPHOTOS

© JUNLEEPHOTOS

© Hoyeon Shin

© JUNLEEPHOTOS

© Junleephotos

© Hoyeon Shin

© Hoyeon Shin

© Hoyeon Shin

PROJECT CREDITS:
PROJECT: Waterfront Door / Into the Ocean
LOCATION: Busan Metropolitan City, Millak Waterfront Park, Suyeoung district (South Korea)
CLIENTS: Korean Ministry of Culture, Sports, and Tourism & Busan Metropolitan City
COMMENCEMENT OF WORKS: 24 December 2020
COMPLETION OF FIRST PART OF WORKS: 30 April 2021
AREA: 3720 sqm
TRACK LENGTH: 480 m
DESIGNERS: Migliore + Servetto Architects, in collaboration with Art SoHyang Gallery

vedi anche...