Migliore + Servetto Architects firma l'allestimento di Medardo Rosso a Palazzo Altemps

raccontare una mostra a partire dall'allestimento

Roma, fino al 2 febbraio 2020

È in corso a Roma, per la prima volta e fino al 2 febbraio 2020, una grande mostra monografica dedicata a Medardo Rosso - scultore e importante esponente dell'impressionismo italiano - ospitata nelle eleganti sale di Palazzo Altemps - Museo Nazionale Romano.

Curata da Francesco Stocchi (curatore del Boijmans Museum di Rotterdam) e Paola Zatti (conservatrice della Galleria d'Arte Moderna di Milano) insieme a Alessandra Capodiferro (responsabile del Museo di Palazzo Altemps) e prodotta da Electa, la mostra intende mettere in luce una delle specificità del percorso artistico di Rosso: la citazione dell'antico e il tema della copia, nell'originale dimensione del dialogo con le opere classiche della preziosa collezione Boncompagni Ludovisi.

Nella sua vita, l'artista torinese riprodusse copie da più di venticinque modelli, con una produzione di oltre cento sculture in cera e bronzo che testimoniano la sua grande attenzione verso il mondo dell'antico e dei caratteri moderni inviolabili nei secoli.

La mostra diventa così un'occasione per indagare la sua scultura e le sue attitudini alla sperimentazione, insieme al significato della pratica della copia in epoca antica fino all'evoluzione del concetto di originale in epoca moderna.

"La luce sta nelle cose, anima lo spirito, è la vera essenza della nostra esistenza; un'opera d'arte che non ha a che fare con la luce non ha ragione di esistere".

Si ispira proprio alla citazione dell'artista l'allestimento dello studio milanese Migliore + Servetto, un itinerario che guida il visitatore alla scoperta dell'opera e del suo pensiero, tra sculture e fotografie. Quello di Palazzo Altemps è un percorso inedito, che per la prima volta affronta le tematiche moderne di Medardo Rosso in diretto accostamento con alcuni dei massimi capolavori della classicità.

Foto: © Studiozabalik for Electa

L'allestimento come un filo che lega Medardo Rosso alla collezione di Palazzo Altemps

Il progetto di allestimento di Migliore + Servetto Architects - studio milanese fondato da Ico Migliore e Mara Servetto e specializzata in progetti di space identity - è come un filo che lega le oltre trenta opere di Medardo Rosso alla collezione di arte classica di Palazzo Altemps, appartenute alle grandi famiglie del Rinascimento e del Barocco romano.

Seguendo la sua inclinazione, ossia quella di sperimentare i nuovi possibili utilizzi dei materiali per scoprire la varietà della resa materica, il percorso segue una logica tematica e non cronologica: ne deriva il confronto tra differenti versioni dei soggetti trattati, in relazione ai principi compositivi, tecnici ed evolutivi.

Foto: © Studiozabalik for Electa

Leggeri wireframe in tubolare metallico si inseriscono con delicatezza all'interno delle ampie sale del Palazzo, riproponendo il doppio piano dei cavalletti originali per rispettare con rigore filologico l'altezza di posizionamento decisa dall'artista per ciascuna opera. Tra queste, sette sculture dedicate all'antico sono disseminate lungo il percorso di visita della collezione permanente, quasi come se le une osservassero le altre, in una sorta di fertile contaminazione che guida il visitatore consentendogli di costruire una personale ricerca sulle tracce di Medardo.

In perfetta armonia con il pensiero dell'artista e dell'ambiente ospitante, a guidare lo spettatore nel percorso espositivo è poi la congiunzione della luce naturale - schermata e modulata - con quella artificiale, puntuale e ragionata.

"Ogni oggetto della realtà fa parte di un tutto, questo tutto è dominato da una tonalità che si estende all'infinito, la luce. Quello che mi importa in arte è di far dimenticare la materia. Lo scultore deve [..] comunicare tutto quello che ha stimolato la sua sensibilità" (tratto da documentario su Medardo Rosso - Rai Scuola).

Foto: © Studiozabalik for Electa

Nella stanza al piano nobile, in linea con la prospettiva che si apre su Piazza Navona, la figura di Medardo Rosso è introdotta da un tavolo centrale in mezzo alla collezione permanente. Da qui si accede alla prima sala, dove un'opera singola accompagna la narrazione che illustra la storia dell'artista e le ragioni della mostra.

La sala principale è il vero cuore dell'esposizione: qui 21 opere, posizionate su supporti singoli, definiscono il ritmo di lettura dei diversi raggruppamenti, costeggiati dalla lunga galleria fotografica che mostra le riproduzioni a contatto con le fotografie scattate alle sculture dallo stesso Medardo.

Così lo sguardo del visitatore si accosta a quello dell'autore, riuscendo ad entrare nella profondità del processo creativo iniziato nella sala precedente. I due spazi comunicanti consentono una libera fruizione della mostra dove il passaggio da una sala all'altra garantisce un percorso di scoperta e approfondimento continuo.

Foto: © Studiozabalik for Electa

Orari e prezzi
La mostra è visitabile fino al 2 febbraio 2020, dal martedì alla domenica, dalle ore 9 alle ore 19.45. Il costo del biglietto è di 13 €

di Elisa Scapicchio

maggiori informazioni: architettimiglioreservetto.it

ott 10
feb 02

Migliore + Servetto Architects firma l'allestimento di Medardo Rosso a Palazzo Altemps raccontare una mostra a partire dall'allestimento
Palazzo Altemps, Roma

segna in agenda su: OutlookGoogleYahooWindows Live (Hotmail)iCal (Mac OSX)aggiungi al calendario

pubblicato in data: