Lavoratori autonomi: niente IRAP senza autonoma organizzazione

In mancanza di autonoma organizzazione i lavoratori autonomi non sono tenuti a pagare l'IRAP, questo in sintesi il contenuto della circolare n. 45/E dell'Agenzia delle Entrate con oggetto "IRAP - assoggettabilità all'imposta degli esercenti arti e professioni - giurisprudenza della Corte di cassazione - istruzioni operative".

L'Agenzia recepisce così l'orientamento della Corte di Cassazione e indica i requisiti necessari per configurare un'autonoma organizzazione.

I principali sono:

  • l'impiego, non occasionale, di lavoratori dipendenti o collaboratori;
  • l'utilizzo di beni strumentali che, per quantità o valore, eccedono le necessità minime per l'esercizio dell'attività.

La circolare precisa che per valutare se sussista l'autonoma organizzazione è possibile far riferimento ai parametri previsti per il regime dei minimi.

Tuttavia se un soggetto titolare di reddito d'impresa rientra in tale regime, è comunque tenuto al pagamento dell'Irap, in quanto la produzione di reddito d'impresa costituisce di per sé elemento atto a configurare l'esistenza di autonoma organizzazione.

Per individuare gli elementi che connotano l'autonoma organizzazione gli uffici sono invitati a:

  • esaminare le dichiarazioni, con specifico riguardo al quadro concernente i redditi da lavoro autonomo;
  • porre particolare attenzione ai modelli per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell'applicazione degli studi di settore;
  • valutare i beni strumentali utilizzati dal contribuente;
  • controllare i contratti registrati;
  • raccogliere ulteriori elementi interrogando l'anagrafe tributaria.

 

Approfondimenti:

 

Fonte: Agenzia delle Entrate

pubblicato in data: