IVA

tag IVA

Split payment professionisti: obbligo confermato dalla "manovrina" pubblicata in Gazzetta Ufficiale

Split payment professionisti: obbligo confermato dalla "manovrina" pubblicata in Gazzetta Ufficiale
A partire dal 1° luglio la Pa pagherà al professionista le fattura al netto dell'Iva.Nel pacchetto di misure, trovano spazio anche una rimodulazione dell'aumento dell'Iva (al 25 % nel 2018), lo stanziamento di 3 miliardi per la ricostruzione, il finanziamento di ciclovie e una norma per la costruzione di impianti sportivi.
Up-to-date

Split payment professionisti: la "manovrina" allarga l'obbligo

Split payment professionisti: la "manovrina" allarga l'obbligo
Nella bozza di decreto il meccanismo di scissione del pagamento dell'Iva viene esteso dal 1° luglio 2017 anche ai professionisti. La conseguenza: se il committente è una Pa, sarà questa a versare all'Erario la quota di Iva addebitata in fattura, che, dunque, non transiterà nelle tasche del professionista.

Inarcassa: se l'IVA non è esigibile il contributo del 4 per cento non va anticipato

Inarcassa: se l'IVA non è esigibile il contributo del 4 per cento non va anticipato
L'importo della fattura con Iva ad esigibilità differita rientra nel volume d'affari professionale annuo, sul quale si calcola il contributo integrativo, solo quando l'onorario viene effettivamente pagato dal committente. La novità, approvata dai ministeri vigilanti, è già nel Regolamento previdenza.