Liguria – 10,5 milioni di euro a sostegno delle imprese liguri

È stata decisa in Giunta la ripartizione dei finanziamenti del fondo unico per l’industria che ammontano a 10,5 milioni di euro

Tra le voci comprese nella ripartizione, 4.800.000 di euro sono stati indirizzati verso Artigiancassa, che potrà con queste risorse continuare a soddisfare le domande di agevolazione accolte; 2.700.000 euro sono stati indirizzati alle ristrutturazioni degli esercizi commerciali (legge regionale 3/2008).

Ottocentomila euro sono invece stati destinati per l’uso razionale dell’energia e delle fonti rinnovabili, mentre 200.000 euro andranno al sistema dell’accesso al credito delle piccole e medie imprese cooperative e 1.500.000 euro ai centri di assistenza tecnica.

Sulla base, infine, della legge regionale n.3/2008, 500.000 euro sono gli incentivi dedicati alla sicurezza delle imprese.

“Questa ripartizione del fondo unico – ha spiegato Renzo Guccinelli, assessore allo Sviluppo economico – cerca di coniugare, così come abbiamo fatto negli anni scorsi, la necessità di aiutare tutti i comparti dell’economia ligure, ma anche di corrispondere a una impostazione precisa di politica di sviluppo. Il provvedimento è frutto del dialogo con le parti sociali, sia per quanto riguarda la decisione nella ripartizione, sia, non meno importante, sulle linee di indirizzo specifico delle risorse. Infatti abbiamo implementato i fondi e gli strumenti di agevolazione che hanno dimostrato in passato di essere graditi ed utili alle imprese”.

Dal 2009 la Regione Liguria ha messo in campo 21.000.000 di euro a sostegno delle imprese, con soddisfazione dell’assessore Guccinelli che conclude osservando: “le imprese di ogni settore, vivono oggi con sofferenza due grandi temi: quello del credito e quello della liquidità.

La Regione sta facendo fronte alla crisi finanziaria economica del Paese con provvedimenti immediati e concreti a partire dall’Avviso comune, appena firmato, per la sospensione dei debiti delle piccole e medie imprese verso il sistema creditizio.

Continueremo a cercarei di immettere con i nostri contributi la maggior liquidità possibile nel circuito economico, soprattutto rafforzando quel sistema dei Confidi che appunto genera le garanzie necessarie affinché le imprese ottengano i finanziamenti.

La crisi continua anche in Liguria, ma ha fatto meno danni che altrove. Questo grazie anche alle politiche economiche messe in campo dalla Giunta Burlando”.
(Fonte: regione Liguria)

pubblicato in data:

progettare e costruire