Terremoto Abruzzo – Linee Guida per la riparazione e il rafforzamento di elementi strutturali, tamponature e partizioni

Per agevolare la progettazione e l’applicazione degli interventi di rafforzamento sismico e di stabilizzazione delle parti non strutturali pericolose, il Dipartimento della Protezione Civile, insieme al Consorzio ReLUIS, Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica, sta mettendo a punto delle linee guida con una serie di indicazioni e di esempi innovativi.

Alcuni di questi interventi sono già stati applicati per il rafforzamento degli edifici scolastici in corso di completamento nella Provincia dell’Aquila.
Essi sono in grado di garantire un efficace rafforzamento locale degli elementi su cui si interviene, l’eliminazione delle carenze tipiche degli edifici esistenti e una significativa riduzione della vulnerabilità sismica d’insieme dell’edificio.

Il testo e gli schemi riportati nel documento vogliono costituire un supporto al tecnico che debba affrontare il delicato problema del rafforzamento locale antisismico di elementi strutturali e non strutturali a seguito del terremoto del 6 aprile 2009.

Data l’urgenza del problema, a seguito dell’emanazione delle OPCM 3779 e 3790, la protezione civile ha ritenuto di pubblicare il documento anche nell’attuale forma di bozza, fermo restando che il singolo progettista si assume la piena responsabilità del progetto e dei dettagli costruttivi, anche se ripresi da questo documento.

(Fonte: Protezione Civile)

Linee Guida per la riparazione e il rafforzamento di elementi strutturali, tamponature e partizioni (.pdf)

pubblicato in data:

progettare e costruire