Software libero – Modellazione 3D e rendering

Un semplice applicativo che sta diventando molto popolare, complice l’accoppiata con il programma Google Earth (immagini satellitari del pianeta), è SketchUp, nativo della stessa famiglia di prodotti distribuiti dal colosso delle ricerche in Rete, Google appunto, che permette, con pochi e intuitivi comandi, di costruire i volumi degli oggetti, edifici o anche solidi più complessi. Inoltre, esiste una vasta serie di modelli reperibili on-line e delle istruzioni passo-passo per l’uso del programma. L’unica pecca sta nel fatto che non è supportato da un motore di render.

Questo limite si può superare con un altro tipo di programma, specifico per la modellazione tridimensionale e la grafica 3D, che si presta molto bene per la modellazione, il rendering (o ray tracing: tecnica di geometria ottica che calcola un’immagine di una scena in base all’iterazione dei raggi di luce con le superfici che incontra) e l’animazione di solidi e superfici anche molto complessi.

Blender è un software piuttosto leggero ma con caratteristiche molto elevate, che ben compete con altri programmi a pagamento. Il rilascio del codice sorgente, nell’ottobre 2002, ha permesso un notevole miglioramento e un arricchimento di nuove funzionalità. Altra sua peculiarità è la compatibilità con diversi sistemi operativi e la possibilità di salvare in formati adatti ad altri applicativi della stessa famiglia. Si trova molto materiale in Rete, dalle librerie ai forum di discussione e consigli per i meno esperti, perché questo è un programma con molti utenti e utilizzatori professionisti affezionati. Una delle sue pecche è, forse, quella di non essere proprio semplicissimo da capire, dovuta soprattutto alla quantità di comandi imputabili da tastiera (o da scorciatoie da tastiera: comode, ma da conoscere). C’è, però, da ricordare che, nelle ultime versioni, i comandi e i menu sono stati semplificati e integrati, riducendo l’impatto un po’ ostico verso i nuovi utilizzatori.

Segnaliamo, infine, un altro paio di programmi dello stesso genere: Now3D, sviluppato da un programmatore italiano, piuttosto semplice da usare ma un po’ limitato per applicazioni in architettura, e POV-Ray, un software storico di grafica 3D, sviluppato e seguito da moltissimi anni, costantemente aggiornato.

di Barbara Dell’Oro e L.M.C.


Vedi anche

pubblicato in data:

Software 3D Software libero w