tag: Normativa e Regolamentazione Edilizia

Legge 765 del 1967

La Legge n°765 del 1967, nota come Legge Ponte, apporta alla Legge Urbanistica del 1942 una serie di ampie modifiche, determinanti per razionalizzare il sistema di strumenti e di controlli, dandogli la configurazione tutt’ora vigente. Le più importanti modifiche si possono raggruppare secondo i tre obiettivi che la legge si propone: Avviare una estesa applicazione […]...

Legge 13/1989

Cosa dice la Legge 13/1989 circa le barriere architettoniche Legge 13/1989 Disposizioni per favorire il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati (9 gennaio 1989) Le prime disposizioni tecniche per il superamento delle barriere architettoniche sono contenute nella Circolare Ministeriale del 19 giugno 1968, successivamente riprese ed ampliate dal D.P.R. del 27 aprile […]...

Testo Unico sulla sicurezza

Testo Unico sulla sicurezza – D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 Attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 (G.U. 30 aprile 2008, n. 101 – S.O. n. 108) Cento domande e […]...

Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni

Decreto Ministeriale 14 gennaio 2008, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 29 del 4 febbraio 2008 – Suppl. Ordinario n. 30 Il testo del Decreto Ministeriale 14 gennaio 2008 Indice Generale Cap. 01 Premessa e oggetto delle norme Cap. 02 SICUREZZA E PRESTAZIONI ATTESEindividua i principi fondamentali per la valutazione della sicurezza, definendo altresì gli Stati […]...

Normativa per le costruzioni in zona sismica

Cosa prevede la normativa per le costruzioni in zona sismica Le azioni sismiche imprimono alle strutture delle sollecitazioni orizzontali simili a quelle del vento. I provvedimenti da prendere per garantire la stabilità degli edifici nei confronti di tali forze variano in base al grado di sismicità della zona stabilito dalla normativa per tutto il territorio […]...

Differenza tra scala protetta e scala antifumo interna

Decreto Ministeriale 30 novembre 1983 Termini, definizioni generali e simboli grafici di prevenzione incendi SCALA PROTETTA è una scala in un vano compartimento antincendio, con accesso diretto da ogni piano, con porte di sicurezza al fuoco REI, dotate di congegno di autochiusura. SCALA ANTIFUMO INTERNA è è una scala in un vano compartimento antincendio, con […]...

Filtro a prova di fumo

Come funziona un filtro a fumo e quale deve essere il senso di apertura delle uscite di sicurezza Un filtro a prova di fumo è un vano delimitato da strutture con resistenza al fuoco REI predeterminata, e comunque non inferiore a 60’, dotato di due o più porte munite di congegni di autochiusura con resistenza […]...

Cosa significa REI

E’ un acronimo che serve ad indicare la resistenza al fuoco di un elemento costruttivo (componente o strutturale) e compare nell’Allegato A del D.M. del 30 Novembre 1983. R, indica la stabilità intesa come attitudine a conservare la resistenza meccanica sotto l’azione del fuoco; E, indica la tenuta ai fumi intesa come attitudine a non […]...

Compartimentazione antincendio

Cos’è la compartimentazione antincendio La compartimentazione ai fini della Prevenzione Incendi, non è altro che la suddivisione dell’edificio in aree delimitate da strutture con resistenza al fuoco predeterminata al fine di controllare e contenere la propagazione del fuoco in caso di incendio. Ad esempio, in edifici alti più di 24 m si deve realizzare una […]...

Come si misura l’altezza degli edifici in base alla legge 818

MINISTERO DELL’INTERNO DECRETO 30 novembre 1983 Termini, definizioni generali e simboli grafici di prevenzione incendi Altezza ai fini antincendi degli edifici civili altezza massima misurata dal livello inferiore dell’apertura più alta dell’ultimo piano abitabile e/o agibile, escluse quelle dei vani tecnici, al livello del piano esterno più basso....

Nulla Osta Provvisorio

NOP (Nulla Osta Provvisorio) Gli enti e i privati responsabili delle attività sono tenuti a richiedere al comando l’esame dei progetti di nuovi impianti o costruzioni o di modifiche di quelli esistenti. Il comando esamina i progetti e si pronuncia sulla conformità degli stessi alla normativa antincendio entro quarantacinque giorni dalla data di presentazione. Qualora […]...