Scali ferroviari milanesi dismessi, è il momento del masterplan di rigenerazione di Porta Romana

concorso di progettazione - procedura aperta - due gradi

pubblicato il:

Consegna 1a fase entro il 15 gennaio 2020

A poco più di un mese dall'assegnazione delle aree dell'ex scalo di Porta Romana, Coima Sgr per conto del Fondo Porta Romana - Fondo Comune di Investimento Alternativo Immobiliare riservato partecipato da Covivio, Prada Holding S.p.A., bandisce l'annunciato concorso internazionale di progettazione per la redazione del masterplan che "offrirà la visione di base alla pianificazione urbanistica attuativa dell'intero compendio".

Il masterplan riguarda un'area di 216.779 m² e dovrà contenere soluzioni orientative in merito alle seguenti finalità:

  • al sistema degli spazi, dei servizi pubblici e di interesse generale, in particolare al disegno del verde, degli spazi attrezzati e delle funzioni qualificanti i nuovi spazi pubblici e i nuovi quartieri;
  • al sistema delle connessioni e dell'accessibilità, al sistema viario, ciclo‐pedonale e di collegamento alla rete del trasporto pubblico, progettate in modo integrato con il complesso degli spazi pubblici ed edificabili, e sostenibile sotto il profilo ambientale e dei costi;
  • alla ricucitura e riconnessione delle parti di città ora separate dallo Scalo grazie al disegno di una nuova accessibilità e permeabilità. Oltre alle già previste connessioni del verde in corrispondenza del tratto coperto della linea ferroviaria, si auspica in particolare che il Masterplan preveda ulteriori connessioni ciclopedonali finalizzate alla ricucitura dei quartieri all'intorno e alla loro connessione con le stazioni della M3 e della Circle Line. La posizione delle connessioni verrà valutata anche in sede di validazione del Masterplan;
  • all'assetto morfologico e insediativo generale, con particolare riguardo al rapporto con il contesto circostante e alle connessioni con i luoghi e i sistemi qualificanti del settore urbano in cui si inseriscono; 
  • alla identificazione orientativa di funzioni qualificanti i nuovi spazi pubblici e servizi al quartiere quali, a titolo meramente esemplificativo non esaustivo, cultura, educazione, intrattenimento, commercio e negozi di vicinato, fab lab, coworking ovvero altri servizi con riferimento al Catalogo del Piano dei Servizi del PGT del Comune di Milano; 
  • alla definizione di una strategia generale per l'utilizzo dei piani terra al fine di creare un percorso esperienziale e vibrante che generi flussi che rendano il nuovo quartiere presidiato, sicuro e attivo H24;
  • alla fattibilità tecnico‐economica di massima per fasi indicando soluzioni sostenibili per tutto il corso del processo di attuazione e ipotesi di flessibilità con riferimento in particolare al progetto del Villaggio Olimpico. 

Procedura del concorso

Il concorso di progettazione è articolato in due fasi.

La prima fase, che si chiuderà il 15 gennaio 2021, è finalizzata a selezionare tra i candidati un massimo cinque gruppi di progettazione.

La seconda fase si chiuderà il 31 marzo 2021 e selezionerà il progetto vincitore tra i Masterplan sviluppati dai gruppi di progettazione selezionati.

Giuria

La Commissione Giudicatrice sarà composta da 7 membri effettivi più 2 supplenti, di alto profilo (due Commissari effettivi e un supplente saranno scelti dal Soggetto Banditore sulla base di terne fornite dall'Ordine degli Architetti PPC di Milano e dall'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano, e un commissario effettivo sarà espresso dall'Amministrazione Comunale, vista la presenza di contenuti prioritari e strategici per il Comune di Milano. I restanti Commissari saranno scelti dal Soggetto Banditore).

Responsabile Unico del Concorso è l'architetto Leopoldo Freyrie, Presidente della Commissione sarà Gregg Jones, Design Principal dello studio Pelli Clarke Pelli Architects, già curatore del planivolumetrico di Porta Nuova.

I componenti della Commissione Giudicatrice verranno resi pubblici entro la conclusione della prima fase del Concorso.

Premi e rimborsi

  • ai partecipanti selezionati che consegneranno il masterplan verrà riconosciuto un rimborso spese di 50mila euro comprensivo di oneri e tasse.
  • al vincitore sarà corrisposto un premio aggiuntivo pari a 100mila euro che includerà l'adeguamento/modifica del masterplan presentato anche alla luce degli esiti del dibattito pubblico
  • al secondo classificato sarà corrisposto un premio aggiuntivo pari a 25mila euro.

Bando e documentazione
[ coima.com ]