Nuova struttura sul fiume Arno per sollevare il ponte romanico di Buriano dal traffico veicolare

concorso di progettazione - procedura aperta - due gradi

Consegna 1a fase entro l'8 aprile 2021

La provincia di Arezzo ha bandito un concorso di progettazione - a procedura aperta e in due fasi - finalizzato all'acquisizione di proposte per la realizzazione di una viabilità alternativa di collegamento tra Arezzo e la zona del Valdarno Superiore con nuovo ponte sul fiume Arno.

Attualmente il collegamento dipende esclusivamente dal ponte romanico di Buriano risalente al XIII secolo (1277), che sarà oggetto, con separata procedura, di un intervento di restauro e risanamento conservativo per poi essere chiuso definitivamente al traffico veicolare. 

Con il concorso, si cerca dunque un progetto di viabilità alternativa che tuteli il bene storico, con un nuovo ponte sul fiume Arno da realizzare in tempi brevi, che occupi la minor porzione di territorio e utilizzi materiali presenti in loco, rendendo facile la manutenzione. 

La nuova infrastruttura dovrà ricoprire un ruolo strategico anche per l'organizzazione dei percorsi pedonali e ciclabili che già interessano, e sempre più coinvolgeranno, l'area del fiume. 

Il nuovo ponte dovrà quindi:

  • essere dotato di un intrinseco pregio architettonico che contribuisca alla valorizzazione dell'area; 
  • garantire per forma, materiali e tecnologie un rispetto sostanziale delle qualità ambientali e paesaggistiche dell'area;
  • dialogare senza prevaricazioni ed instaurando un rapporto visuale armonioso con gli elementi già presenti nel sito, con particolare riferimento a quelli di rilevanza storica e simbolica ed urbanistica/architettonica (Ponte Buriano);
  • divenire una nuova immagine simbolica della Provincia
  • prevedere soluzioni che minimizzino l'impatto sull'ambiente dalla realizzazione al suo funzionamento

Nella prima fase si richiede ai partecipanti una proposta ideativa che, nel rispetto dei costi e degli obiettivi del bando permetta alla giuria di selezionare i migliori 5 progetti che accederanno alla seconda fase.

I progetti saranno valutati sulla base dell'inserimento nel contesto (fino a 30 punti), della riorganizzazione funzionale e della connessione del ponte con la viabilità principale (fino a 25 punti), delle soluzioni tecnologiche, funzionali e sostenibili (fino a 15 punti), della durabilità (fino a 15 punti), del prospetto di costi per la costruzione e la manutenzione (fino a 15 punti).

Il costo stimato per la realizzazione dell'opera, comprensivo degli oneri della sicurezza, è di 12.500.000 euro di cui per lavori 8.930.000 euro.

Requisiti di partecipazione

Possono partecipare professionisti - architetti o ingegneri - singoli o associati iscritti ai relativi albi professionali, Società di Ingegneria, Consorzi, G.E.I.E. iscritti nel registro tenuto dalla Camera di Commercio e raggruppamenti temporanei.

I raggruppamenti temporanei dovranno possedere, quale progettista, un giovane professionista in possesso di laurea e abilitato da meno di cinque anni all'esercizio della professione

Sono ammessi esclusivamente raggruppamenti temporanei verticali e misti in quanto il presente disciplinare prevede la suddivisione delle prestazioni in principali e secondarie.

È previsto il pagamento del contributo ANAC pari a euro 20,00.

Premi

  • 1° classificato: 118.555,47 euro
  • dal 2° al 5° classificato: 12.702,37 euro 

Bando e documentazione
[ concorsiawn.it ]

pubblicato in data: