DoorScape, riflessioni sull'architettura da ingresso

concorso internazionale di architettura | Oikos Venezia e Fondazione Querini Stampalia

pubblicato il:

Consegna entro il 15 gennaio 2023

Oikos Venezia, azienda veneta leader nella progettazione e design di porte di ingresso di alta gamma, e la Fondazione Querini Stampalia di Venezia, lanciano la prima edizione di DoorScape, concorso internazionale di architettura nato per sostenere e promuovere la cultura architettonica dello spazio dell'ingresso.

Il vincitore riceverà un premio di 10.000 euro. Tutti i progetti finalisti saranno esposti nel 2023 nell'area realizzata da Carlo Scarpa della Fondazione Querini Stampalia, in occasione della 18. Mostra Internazionale di Architettura de La Biennale di Venezia.

Gli elaborati - da consegnare entro il 15 gennaio 2023 - saranno valutati da Michele De Lucchi (presidente della giuria), Donatella Calabi, Alessandra Chemollo, Emanuele Coccia, Luciano Giubbilei, e Eugenia Morpurgo.

Doorscape | prima edizione | lo spazio architettonico di ingresso 

Quale nuovo significato dare allo spazio dell'ingresso?

Cosa rappresenta, ma soprattutto di che cosa può venire espressione questo nostro "Spazio oltre la Soglia"?

E ancora, dove finisce l'ingresso? Esiste davvero una linea di demarcazione?

Con il concorso - che vede il coinvolgimento in veste di aziende partner di Adler, Iseo e Laminam - gli organizzatori invitano i partecipanti a porsi queste domande e a misurarsi con i diversi temi che riguardano l'accedere ad un luogo ad uso domestico - architettura, paesaggio, filosofia, fotografia, design e ricerca - nei suoi molteplici significati: significato culturalesignificato funzionalesignificato formale.

Il progetto, che deve riguardare lo spazio che precede e segue l'accesso al luogo abitato, dovrà rispondere a due parametri fondamentali:

  • essere pertinente a un edificio residenziale, di tipo unifamiliare o plurifamiliare;
  • svilupparsi su di un'area massima di 300 mq (20 x 15 m di lato), con un'altezza massima di ml 10. Il progetto dovrà prevedere sia uno spazio interno che uno esterno, rispetto all'ingresso principale; dove lo spazio maggiore, non potrà superare i 2/3 dell'intera area

Il contenuto di ciascun progetto, oltre a dimostrare le competenze tecniche adeguate, non dovrebbe trascurare il taglio culturale che il concorso persegue e le specializzazioni dei diversi giurati.

Documentazione richiesta

  • Una relazione in formato a A4 con un max di 5000 battute
  • Tavola A: rappresentazioni tridimensionali (render, schizzi, visualizzazioni ambientate) con indicazioni di materiali e finiture, prodotto in forma di file pdf.
  • Tavola B: progetto tecnico (pianta, sezioni, prospetti in scala adeguata), prodotto in forma di file pdf. 
  • Domanda di partecipazione

La giuria

La commissione riflette il carattere dell'iniziativa, ed è rappresentata da professionisti di alto profilo provenienti da ambiti diversi, come il concorso richiede:

  • Michele De Lucchi & AMDL Circle, un professionista e uno studio di architettura che incarnano l'idea di contaminazione dei saperi. 
  • Donatella Calabi, storica delle città,
  • Alessandra Chemollo, fotografa,
  • Emanuele Coccia, filosofo,
  • Luciano Giubbilei, landscape e garden designer 
  • Eugenia Morpurgo, designer ricercatrice.

CHI PUÒ PARTECIPARE

Il concorso è rivolto ad architetti, ingegneri, designer, progettisti, creativi e studenti di architettura. La partecipazione è gratuita.

PREMIO

Al primo classificato sarà corrisposto un premio in denaro di 10.000 euro.

Del progetto vincitore sarà realizzato un modello dell'architettura d'ingresso in scala 1:2 (o scala adeguata) e sarà esposto, insieme ai migliori 10 progetti finalisti, nell'area Carlo Scarpa della Fondazione Querini Stampalia per l'intera durata della 18ma Mostra Internazionale di Architettura 2023.

Bando

SITO UFFICIALEhttps://doorscape.eu/

Per le comunicazioni inerenti al concorso, aspetti organizzativi o richieste di informazioni, i partecipanti possono scrivere a info@doorscape.eu

Oikos Venezia e la Fondazione Querini Stampalia sono inoltre a disposizione per organizzare delle visite guidate durante le quali i partecipanti potranno approfondire la conoscenza delle realtà coinvolte, visionare la produzione e i prodotti di Oikos, ammirare il patrimonio architettonico e culturale della Fondazione, previo appuntamento concordato con la Segreteria del Concorso.