Una piazza ecosostenibile per socializzare e rilassarsi a Trecastagni

concorso di progettazione - procedura aperta - due gradi

pubblicato il:

Consegna 1a fase entro il 12 dicembre 2022

Il Comune di Trecastagni (CT) bandisce un concorso di progettazione per riqualificare piazza Aldo Moro, un'area centrale di 4.500 m2 al momento molto eterogenea, sono infatti presenti: un parcheggio, un anfiteatro, un parco giochi per bambini e la villa comunale, con percorsi pavimentati, scalinate e aree verdi.

L'area, nonostante la sua posizione strategica, risulta ad oggi poco utilizzata, ad accezione del parco giochi per bambini e del parcheggio per le autovetture.

L'obiettivo dell'amministrazione è di trasformare la piazza in uno spazio urbano di qualità in cui incontrarsi, socializzare, rilassarsi e in cui si possano svolgere eventi culturali. La proposta dovrà presentare un intervento unitario che permetta di creare uno spazio inclusivo in cui ogni cittadino possa vivere esperienze positive, realizzando diverse aree per la socializzazione, lo svago, il divertimento, le attività culturali e il relax, nell'ottica della sostenibilità ambientale. Particolare attenzione dovrà essere posta alla rimozione delle barriere architettoniche e all'inclusione di tutte le persone.

In sintesi i temi da affrontare:

  • realizzazione di un parcheggio interrato automatizzato
  • riqualificazione della villa Aldo Moro e riprogettazione dell'illuminazione pubblica
  • miglioramento dell'attuale parco giochi per bambini
  • riqualificazione dell'anfiteatro
  • riprogettazione dell'attuale fontana pubblica
  • ristrutturazione dei servizi igienici della villa, del locale tecnico dell'anfiteatro e della cabina dell'Enel

Il costo stimato per la realizzazione dell'opera, comprensivo degli oneri della sicurezza, è di € 2.800.000,00, al netto di I.V.A.

PROCEDURA CONCORSUALE

Il concorso si svolgerà, in forma gratuita e anonima, esclusivamente con modalità telematica sulla piattaforma concorsiawn ed è articolato in due gradi:

  • il primo grado - elaborazione proposte di idee - è finalizzato a selezionare le migliori cinque proposte ideative, da ammettere al secondo grado.
  • il secondo grado - elaborazione progettuale - è volto a individuare la migliore proposta tra quelle presentate dai concorrenti ammessi.

Elaborati richiesti - 1° grado

  • relazione illustrativa | massimo 2 facciate formato A4, per mettere in evidenza i concetti espressi graficamente, con particolare riferimento ai criteri di valutazione indicati nel bando. Non sono ammessi schemi grafici e immagini.
  • verifica di coerenza | massimo 2 facciate formato A4, contenente la verifica con il programma funzionale ed economico di massima per l'intero intervento, con evidenziate le varie fasi progettuali. Il documento costituisce verifica di coerenza con il limite di costo dell'intervento.
  • 1 tavola grafica | contenente la rappresentazione dell'idea progettuale con schema planimetrico, schemi funzionali dei diversi livelli e rappresentazioni tridimensionali delle volumetrie esterne nel numero massimo di due (realizzate mediante grafica e/o immagini di plastico di studio).

Criteri di valutazione - 1° grado

  • max 25 punti | Rispondenza della proposta agli obiettivi del DIP
  • max 25 punti | Qualità architettonica della proposta
  • max 25 punti | Qualità funzionale e tecnologica della proposta
  • max 15 punti | Aspetti innovativi della proposta
  • max 10 punti | Flessibilità e adattabilità della proposta

Premi

  • 1° classificato: 34.300,00 euro
  • dal 2° al 5° classificato: 3.675,00 euro

Bando e documentazione
[ concorsiawn.it/aldo-moro-trecastagni ]