Illuminazione d’effetto per gli uffici e lo showroom RubensLuciano

RubensLuciano new Offices & Showroom è uno strabiliante progetto firmato dall’architetto Simone Micheli, sorto dal desiderio di offrire allo studio RubensLuciano una location d’eccezione adatta alla lavorazione e all’esposizione delle sue creazioni artistiche per l’alta moda. Il progetto prende forma dalla volontà di essere fusione intima e armonica di pensiero avanguardistico e glorioso passato, una combinazione perfetta tra eleganza, trasparenza ed eccentricità. Le antiche presenze sono state valorizzate attraverso l’utilizzo di forme e materiali innovativi, i tratti di una nuova architettura digitale e  liquida hanno plasmato il luogo, scandendo e sintetizzando la sua essenza. La regia illuminotecnica, minuziosamente attenta a ogni dettaglio, scolpisce in alta definizione ogni particolare al fine di dare vita a uno spazio limpido, aperto, intuitivo e accogliente.

Il progetto si è candidato al Premio Codega 2016, riconoscimento alle eccellenze nel lighting design, entrando nella shortlist 2016.


Descrizione tecnica e progetto illuminotecnico

Candore e trasparenza permettono di leggere le antiche presenze: i collegamenti verticali, i parapetti in cristallo e lʼascensore completamente vetrato sono gli elementi di una nuova architettura digitale che, giungendo a compimento attraverso i limpidi ed efficaci effetti cui i giochi di luce danno vita, si pone in antitesi alla matericità dei dettagli antichi, sempre ammirabili.
 Il piano terra ospita in sequenze openspace gli uffici della divisione creativa. Lo spazio è  dominato da un armonico chiarore e dallʼapollineo rigore di forme pure. Nella parte centrale, sfondo allʼampia reception, alcuni setti bianchi ad angolo curvo individuano gli uffici grafici. Le porte sono scorrevoli ed a scomparsa così da favorire il movimento libero della luce, come del pensiero. Bagliore artificiale e luminosità naturale si fondono insieme, al fine di dare vita ad un’aurea magica che totalmente abbraccia l’uomo, favorendo il suo benessere e non affaticando la sua vista. Dalla scala e dallʼascensore in acciaio verniciato bianco e vetro si accede ai leggerissimi soppalchi su pilotis del primo piano dove in quattro settori principali tutti open space sono individuati. 

A soffitto, le velette in cartongesso ricalcano nel loro correre geometrico le stesse linee fluide disegnate dai soppalchi e nel loro leggero ribassamento consentono ai faretti a incasso orientabili di illuminare in modo puntuale tutte le aree di lavoro e i percorsi generali di distribuzione al piano terra. Al secondo piano il grande foyer rivestito in parquet di rovere sbiancato accoglie il visitatore in un luogo di grande suggestione al di sotto delle grandi strutture lignee a capriate che sono esaltate nella loro possente matericità da un attento gioco di proiettori orientabili a luce led.
 In open space blocchi squadrati rivestiti in legno di rovere sbiancato con i generosi spazi sottopiano estraibili laccati lucidi generano il punto cucina. 


Nella scansione di volumi e forme primarie risaltano le pareti in eps resinato bianco lucido. Il legno è protagonista scelto per caratterizzare e distinguere la sala riunioni con il maestoso tavolo ricavato da un tronco di cedro del libano appena sbozzato e il mood più intimo e rilassato dell’ufficio di RubensLuciano.

 

Location: Barchessa del complesso Gritti-Marchini a Strà – Venezia
Progettazione e realizzazione: 2013-2015
Interior Design: SIMONE MICHELI 
Lighting Design: arch. SIMONE MICHELI

Cliente: Rubens Luciano S.p.A
Foto: Juergen Eheim  

pubblicato in data:

, ,