RePArch 2020. Restauro e progetto per l'archeologia

master di II livello - Università degli Studi di Napoli Federico II

Domande di ammissione entro il 6 novembre 2020

Con lezioni a distanza, esercitazioni sul campo, conferenze, seminari e stages, è pronto per ripartire il master di II livello "Restauro e progetto per l'archeologia", organizzato dal Dipartimento di Architettura (DiARC), Università degli Studi di Napoli Federico II e coordinato dalla prof. arch Valentina Russo.

L'obiettivo del percorso formativo è quello di formare un profilo professionale - architetto, ingegnere o archeologo - in grado di interagire e dialogare con ambiti applicativi che appaiono in frequente compresenza nel panorama lavorativo attuale e di sviluppare, in modo aggiornato, interventi per contesti archeologici urbani ed extraurbani di consistenza e datazione diversificata ma connotati, quale fattore accomunante, dall'intreccio tra problematiche proprie dell'architettura e dell'archeologia. Si potranno acquisire strumenti culturali e operativi per il miglioramento della qualità progettuale e esecutiva degli interventi in contesti ritenuti "sensibili".

A chi si rivolge

Il master è rivolto ad architetti, ingegneri, architetti del paesaggio, archeologi, conservatori dei Beni architettonici e ambientali.

Il numero massimo di iscritti è fissato a 25, mentre il numero minimo per l'attivazione del master è di 5 allievi.

Stage e tirocinio

Attraverso la fitta rete di accordi con Soprintendenze, parchi archeologici, enti locali e fondazioni, sarà possibile l'attivazione di stage e attività sul campo, finalizzate all'inserimento delle figure professionali all'interno del contesto lavorativo.

Costi

Il costo del master, della durata di un anno - per un totale di 1500 ore - è di 1500 €, da pagare in due rate.

Bando | Locandina

maggiori informazioni:
Master RePArch
sede: Dipartimento di Architettura
via Toledo 402 e via Tarsia 31, 80134, Napoli
unina.it

pubblicato in data: