HomekeyDl anti frodi

Dl anti frodi

tag Dl anti frodi

Dl Anti-frodi e bonus edilizi diversi dal Superbonus: ecco come attestare la congruità della spesa

Dl Anti-frodi e bonus edilizi diversi dal Superbonus: ecco come attestare la congruità della spesa

Pubblicata la circolare delle Entrate con i primi chiarimenti sui nuovi obblighi

Quando sono necessari il visto di conformità e l'attestazione della congruità delle spese. Come va attestata la congruità nel caso dei bonus diversi dal Superbonus e come va resa se non c'è l'apposito modello. Quale relazione sussiste tra gli stati di avanzamento lavori e l'attestazione stessa.
Bonus edilizi diversi dal Superbonus: niente visto di conformità se la fattura è stata pagata prima del 12 novembre

Bonus edilizi diversi dal Superbonus: niente visto di conformità se la fattura è stata pagata prima del 12 novembre

Per i bonus edilizi diversi dal Superbonus, se il contribuente ha ricevuto le fatture da parte del fornitore, assolto i relativi pagamenti a proprio carico ed esercitato l'opzione per la cessione o per lo sconto in fattura prima del 12 novembre, non sussiste l'obbligo del visto di conformità e dell'asseverazione.
Superbonus e altri bonus edilizi: dopo il Dl anti-frodi pronto il modello per la cessione o lo sconto in fattura

Superbonus e altri bonus edilizi: dopo il Dl anti-frodi pronto il modello per la cessione o lo sconto in fattura

Il modello, le istruzioni e il nuovo provvedimento del direttore dell'Agenzia

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato il nuovo modello per comunicare l'opzione per la cessione o lo sconto in fattura per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio. La revisione del modello si è resa necessaria con l'entrata in vigore del Dl anti-frodi.
Superbonus e altri bonus edilizi: il Dl anti-frodi estende l'obbligo del visto di conformità

Superbonus e altri bonus edilizi: il Dl anti-frodi estende l'obbligo del visto di conformità

L'obbligo del visto di conformità viene esteso ai bonus edilizi, diversi dal Superbonus, in caso di cessione del credito o di sconto in fattura. Rafforzato il controllo preventivo dell'Agenzia delle Entrate che può sospendere fino a 30 giorni l'efficacia delle comunicazioni su cessioni del credito o su sconti in fattura.