Decreto Liberalizzazioni e abrogazione tariffa. Cosa accade alla vidimazione delle parcelle?

Con l'entrata in vigore del Decreto liberalizzazioni "Cresci Italia", e la conseguente abrogazione della tariffa professionale e di tutte le norme connesse, per i professionisti si pone il problema della vidimazione delle parcelle in caso di contenzioso.

Il Decreto stabilisce che in caso di contenzioso il giudice farà riferimento a dei "parametri" che dovranno essere stabiliti a livello ministeriale. Ma cosa accade per le liti in corso?

La tariffa professionale è stata abrogata, e di conseguenza gli Ordini professionali non dovrebbero più essere in grado di vidimare le parcelle dopo la data di entrata in vigore del Decreto. Ricordiamo che la vidimazione, in molti casi, viene effettuata a titolo oneroso - mediamente una piccola percentuale sull'importo ritenuto congruo in fase di valutazione - e che i colleghi potrebbero trovarsi a pagare per un documento ritenuto non più valido se vidimato oltre i termini.

Ricordiamo infine che il Decreto dovrà essere convertito in legge entro 60 giorni, e non è detto che molte di queste disposizioni passino il vaglio del Parlamento, ma nel frattempo è in vigore.

Non abbiamo trovato, al momento, indicazioni ufficiali sul web da parte dei Consigli Nazionali per la gestione di questo regime transitorio. Sappiamo però che la questione verrà affrontata da alcuni Ordini con la massima urgenza, e gli iscritti vengono avvisati direttamente.

Invitiamo i colleghi, in attesa di una vidimazione, di informarsi presso i propri Ordini provinciali della sorte delle proprie parcelle, e di condividere eventuali informazioni che possano essere utili.

vedi anche

pubblicato in data: