Lo Stirling Prize va a Haworth Tompkins Architects per il teatro Everyman a Liverpool

Il lizza anche The Shard di Renzo Piano

Il teatro Everyman a Liverpool di Haworth Tompkins Architects vince il prestigioso Stirling Prize 2014 per il nuovo e migliore edificio dell'anno. Il RIBA - Royal Institute of British Architects lo ha annunciato durante la cerimonia che si è tenuta ieri notte.

Immagini del RIBA, © Philip Vile

In lizza per ricevere il riconoscimento - che il RIBA dà all'autore dell'edificio, considerato come il più grande contributo all'architettura britannica nell'ultimo anno - c'erano altre cinque candidature, tra cui The Shard, il grattacielo londinese firmato Renzo Piano Building Workshop. Ed inoltre: la biblioteca di Birmingham di Mecanoo, l'Aquatics Centre di Londra di Zaha Hadid Architects, la London School of Economics di O'Donnell + Tuomey Architects e la School of Art a Manchester di Feilden Clegg Bradley Studios.

Immagini del RIBA, © Philip Vile

L'antico ed iconico teatro Everyman è stato aperto nel 1964 in una delle principali strade di Liverpool e, anche se molto amato, era in uno stato di abbandono. Con un progetto che ha impegnato Haworth Tompkins Architects per nove anni, l'edificio è stato completamente rinnovato.

La sfida sapientemente affrontata era duplice: creare un'architettura completamente nuova e sostenibile, pur conservando e rivitalizzando le caratteristiche tanto amate del vecchio edificio. Gli architetti avevano il compito di far rivivere l'anima del vecchio Everyman, conservandone lo spirito di «teatro del popolo». Il risultato è un nuovo edificio con una facciata appariscente ed un interno elegante, il tutto unito ad una grande attenzione per il dettaglio.

Immagini del RIBA, © Philip Vile

A giudicare i progetti, la giuria presieduta da Spencer de Grey, architetto di Foster and Partners; MJ Long - architetto di Long and Kentish Architects; Cindy Walters, architetto di Walters and Cohen; Stephen Kieran - architetto di Kieran Timberlake; e Sir Timothy Sainsbury, committente di architettura.

Secondo la giuria: «Il nuovo edificio Everyman a Liverpool è davvero per ogni uomo, donna e bambino. Risolve abilmente molti dei temi che gli architetti affrontano ogni giorno. Il rapporto con il contesto - la bella strada che collega le due cattedrali - è brillantemente risolto grazie alle dimensioni dell'edificio, alla trasparenza, ai materiali ed al bizzarro senso dell'umorismo, in particolare quando le schermature solari si trasformano in una sfilata di cittadini».

La giuria ha anche apprezzato l'accoglienza degli ambienti, l'uso intelligente dei materiali, la presenza di spazi interconnessi e di luci brillanti, che rendono immediatamente il nuovo edificio «un piacevole spazio pubblico per la città». «È eccezionalmente sostenibile; non solo la costruzione riutilizza il 90 per cento del materiale proveniente dal vecchio teatro, ma tutti gli spazi sono ventilati naturalmente, incluso l'auditorium con le sue 440 sedute».

«Vincere il RIBA Stirling Prize è un onore enorme per il nostro team di progetto e per i nostri clienti, è la ricompensa per un'intensiva collaborazione durata quasi un decennio, durante la quale il nostro amore per l'edificio Everyman, e per la città che esso rappresenta, è diventato sempre maggiore» ha affermato Steve Tompkins al termine della cerimonia.  

Crediti di progetto
Contractor: GILBERT-ASH THEATRE
Consulenti: Charcoalblue 
Strutture:Alan Baxter & Associates
Ingegneria impiantistica: Watermans Building Services

Costo: £13,300,000

RIBA - Royal Institute of British Architects: www.architecture.com
RIBA Stirling Prize
www.architecture.com/StirlingPrize/RIBAStirlingPrize.aspx

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: