Decretate le migliori sei architetture del Regno Unito (secondo il RIBA)

Stefano Hodder: «i 6 progetti hanno la capacità di migliorare la vita di tutti coloro che li incontrano»

Il Royal Institute of British Architects ha annunciato la rosa dei sei finalisti che si contenderanno l'edizione 2015 dello Stirling Prize, il premio che il RIBA dà al progetto considerato come miglior contributo all'evoluzione dell'architettura britannica. Un riconoscimento che lo scorso anno fu dello studio Haworth Tompkins Architects, premiato per il progetto del teatro Everyman a Liverpool.

Il premio viene dato alle opere, realizzate nell'ultimo anno, che maggiormente hanno dato un contributo significativo all'architettura e all'ambiente costruito, giudicate in base ad una serie di criteri, tra i quali spiccano: innovazione, originalità, capacità di stimolare e coinvolgere gli utenti, sostenibilità ed accessibilità.

Burntwood Scool, Allford Hall Monaghan Morris. Foto: ©Timothy Soar

Burntwood Scool, Allford Hall Monaghan Morris. Foto: ©Timothy Soar

Quest'anno a contendersi l'ambito riconoscimento ci sono: il nuovo campus della Burntwood School, nel distretto di Wandsworth, a sud-ovest di Londra, progettato dallo studio londinese Allford Hall Monaghan Morris; un complesso residenziale a basso costo nel Darbishire Place, nella zona est di Londra, firmato da Níall McLaughlin Architects; uno dei Maggie's Center, i famosi centri di assistenza per i malati di cancro, costruito nella contea di Lanarkshire in Scozia, su progetto dello studio Reiach and Hall Architects.

Complesso residenziale - Darbishire Place, Londra, Níall McLaughlin Architects. Foto: © Nick Kane

Complesso residenziale - Darbishire Place, Londra, Níall McLaughlin Architects. Foto: © Nick Kane

 

Maggie's Center, contea di Lanarkshire in Scozia, Reiach and Hall Architects. Foto: © David Grandorge

Maggie's Center, contea di Lanarkshire in Scozia, Reiach and Hall Architects. Foto: © Tricia Malley Ross Gillespie

Ci sono poi le torri residenziali di lusso in zona South Bank a Londra, progettate dallo studio londinese Rogers Stirk Harbour + Partners; la biblioteca e l'ampliamento dell'Università di Greenwich con il dipartimento di Architettura, Paesaggio e Arte, inseriti in un sito considerato di pregio dall'Unesco e disegnati da Heneghan Peng, architetti di Dublino. Infine, l'estensione ed il recupero della Whitworth art gallery a Manchester, ad opera dei londinesi di MUMA.

Torri residenziali - South Bank, Londra, Rogers Stirk Harbour + Partners. Foto: Edmund Sumner

Torri residenziali - South Bank, Londra, Rogers Stirk Harbour + Partners. Foto: Philip Durrant

Commentando la scelta dei finalisti, il presidente del RIBA, Stefano Hodder, primo vincitore dello Stirling Prize con il "Centenary Building" presso l'Università di Salford (1996), ha dichiarato: «Lo Stirling Prize 2015 è assegnato all'edificio che ha dato il maggior contributo all'evoluzione dell'architettura nello scorso anno. Ciascuno dei sei edifici finalisti illustra il motivo per cui la grande architettura è così preziosa. Essa ha il potere di deliziarci, ispirarci e confortarci in tutte le fasi della nostra vita; può incrementare la capacità di apprendimento degli studenti, dare ad una famiglia una casa decente, e creare un ambiente di cura sensibile e gioioso. Tra i finalisti abbiamo sei edifici modello che in maniera incommensurabile migliorano la vita e il benessere di tutti coloro che li incontrano».

Whitworth art gallery a Manchester, MUMA. Foto: © Alan Williams

Whitworth art gallery a Manchester, MUMA. Foto: © Alan Williams

University of Greenwich Stockwell Street Building,  Heneghan Peng Architects. Foto: © Hufton + Crow

University of Greenwich Stockwell Street Building,  Heneghan Peng Architects. Foto: © Hufton + Crow

La giuria, che visiterà i sei edifici finalisti e selezionerà il vincitore, è presieduta da Jane Duncan, futuro presidente del RIBA e composta dagli architetti Peter Clegg e Steve Tompkins; e da Dame Theresa Sackler, arts philanthropist.

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: