DURC e lavori privati: la validità scende a 90 giorni

Nessuna proroga è intervenuta ad estendere nel tempo quanto aveva stabilito il decreto del Fare

Per i lavori edili privati il Documento unico di regolarità contributiva torna ad avere una validità di 90 giorni dalla data del rilascio. La legge di conversione del «decreto del Fare» (decreto legge 69/2013) avevo portato l'efficacia del documento da 90 a 120 giorni, sia nell'ambito dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture che in materia di lavoro e di legislazione sociale.

Il provvedimento valeva, poi, anche per i lavori effettuati da soggetti privati, ma con un limite di tempo. L'articolo 31, comma 8 sexies del decreto del Fare estendeva la validità del Durc a 120 giorni nell'ambito dei lavori privati, ma solo fino al 31 dicembre 2014. Non è intervenuta alcuna norma a prorogare questo termine, così il Durc avrà due scadenze diverse 90 giorni in ambito privato e 120 in quello pubblico.

  • Testo aggiornato del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69. Testo del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69 (in S.O. n. 50/L alla Gazzetta Ufficiale - Serie generale - n. 144 del 21 giugno 2013), coordinato con la legge di conversione 9 agosto 2013, n. 98, recante: «Disposizioni urgenti per il rilancio dell'economia». (GU Serie Generale n.194 del 20-8-2013 - Suppl. Ordinario n. 63).

pubblicato in data: