Inarcassa: come variano contributi e altri parametri nel 2015

Il soggettivo minimo arriva a 2.280 euro, mentre l'integrativo a 675 euro

Per il 2015 i contributi minimi (soggettivo e integrativo) da versare ad Inarcassa sono destinati a subire piccole variazioni. Il soggettivo arriva a 2.280 euro, mentre l'integrativo a 675 euro. Il contributo di maternità passa a 62 euro. Così, la somma da corrispondere per il prossimo anno, se non si ha diritto a riduzioni ed escluso il conguaglio, sarà di 3017 euro, contro i 3028 euro del 2014. Sono queste le cifre deliberate dalla Cassa di previdenza degli architetti e degli ingegneri, in via di approvazione da parte dei ministeri vigilanti.

Per i giovani professionisti - che si iscrivono ad Inarcassa prima di aver compiuto il 35esimo anno di età e per i quattro anni successivi (e comunque non oltre compimento dei 35 anni) - la contribuzione minima è ridotta. Per loro il soggettivo 2015 sarà di 760 euro; arriva a 225 euro l'integrativo, mentre il contributo per la maternità non varia rispetto a quanto stabilito per gli iscritti che non godono di agevolazioni. Resta quindi pari a 62 euro. Le riduzioni valgono fino a una certa soglia di reddito, oltre la quale si applica l'aliquota ordinaria. Questa soglia per il 2015 sarà pari a 45.700 euro. Per i pensionati attivi i contributi minimi sono, invece, di 1140 euro per il soggettivo e 337,50 euro per l'integrativo. Il contributo maternità è sempre di 62 euro.

Ad essere aggiornati sono anche altri parametri. L'importo dei trattamenti pensionistici aumenta dello 0,2%. Incrementa leggermente anche il massimale contributivo, che arriva a 121.600 euro (era pari a 121.50 euro nel 2014), si tratta del limite di reddito oltre il quale l'aliquota del 14,5 per cento del contributo soggettivo non si applica. 

La pensione minima è fissata a 10.876 euro; mentre l'adeguamento ad essa non spetta se l'indicatore della situazione economica equivalente del nucleo familiare (ISEE) è superiore a 30.450 euro. L'indennità giornaliera di inabilità temporanea sarà compresa tra un minimo di 62 euro ed un massimo di 251 euro.I valori limite per l'indennità di maternità sono invece pari a 4.959 e 24.795 euro.

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: