Cammini e Percorsi: progetti di riuso. Il bando per la concessione gratuita di 43 immobili agli under 40

L'Agenzia del Demanio dà il via alla gara per affidare per 9 anni immobili pubblici (case cantoniere, torri, ex caselli ferroviari...) inseriti lungo cammini storico-religiosi e percorsi ciclo-pedonali. Già in fase di candidatura gli interessati devono presentare un progetto, completo di tavole, di ipotesi di riuso e strategia energetica.

presentazione delle offerte entro l'11 dicembre 2017 ore 12:00

up-to-date

presentazione delle offerte entro l'11 dicembre 2017 ore 12:00

L'Agenzia del Demanio dà il via a Valore Paese-Cammini e Percorsi: un bando per la concessione gratuita (per 9 anni) di 43 immobili pubblici, tra cui torri ed ex caselli ferroviari, situati lungo cammini storico-religiosi e percorsi ciclopedonali, da affidare a imprese, cooperative e associazioni costituite in prevalenza da under 40. Gli interessati dovranno, tra l'altro, presentare un progetto, con piante e layout funzionali, con la descrizione degli interventi di recupero e di conservazione, e tutte le tavole che occorrono per descrivere l'ipotesi progettuale. Necessario, dunque, sin dalla fase di candidatura, il coinvolgimento di professionisti.

Il progetto, sostenuto dai ministeri dei Beni culturali e delle Infrastrutture, nasce per trasformare gli edifici esistenti in contenitori di attività e servizi per i viaggiatori, con l'obiettivo di favorire il "turismo lento" e di sostenere l'imprenditoria giovanile e il terzo settore. Il termine per la presentazione delle offerte scade l'11 dicembre 2017 alle ore 12:00. 

Ai 30 immobili di proprietà dello Stato in gara, se ne aggiungono altri 13 che saranno messi a disposizione di enti locali coinvolti nell'iniziativa. Gli enti pubblicheranno i relativi bandi sui loro siti istituzionali.

«In autunno - si legge in una nota dell'Agenzia del Demanio - è previsto il secondo bando del portafoglio Cammini e Percorsi che sarà dedicato agli immobili di maggior pregio, che per essere riqualificati richiedono investimenti consistenti, da affidare in concessione di valorizzazione fino a 50 anni con un canone di affitto e un progetto sostenibile che ne preveda il recupero e il riuso».

Casa cantoniera a Irsina (Matera)

Le funzioni da poter inserire negli immobili messi a bando

Gli usi consentiti sono diversi: servizi di accoglienza e di informazione turistica, attività di animazione sociale, culturale e sportiva degli itinerari in cui gli immobili ricadono. Possono essere previste, inoltre, funzioni legate all'ospitalità, alla ristorazione, all'artigianato, alla vendita di prodotti enogastronomici o a chilometro zero. È possibile utilizzare i locali per offrire servizi a camminatori e ciclisti o ad utenti con specifiche necessità, come ad esempio bambini, anziani e disabili. Sono compresi servizi alla persona, presidi e ambulatori medici e centri benessere.

La proposta valutata esclusivamente sulla base del progetto

Per partecipare alla gara è necessario presentare una proposta che non prevede l'offerta di un canone: la valutazione si baserà unicamente sugli elementi qualitativi del progetto presentato che dovrà essere coerente con la filosofia e le finalità dell'iniziativa. Innanzitutto sarà valutata l'ipotesi di recupero e riuso del bene che dovrà prevedere nuove funzioni in grado di offrire servizi al viaggiatore, oltre che tutelare il carattere storico e identitario dell'immobile e del contesto in cui è inserito.

Torre Angellara a Salerno

Tra le altre cose, le imprese, le cooperative e le associazioni interessate devono descrivere, nella relazione tecnico-illustrativa, le ipotesi di recupero e di riuso degli immobili e la strategia energetica da seguire. Bisogna presentare tavole di progetto con relativo layout funzionale, in cui siano evidenti gli interventi di recupero e di conservazione da attuare. In fase di valutazione delle proposte sarà prestata attenzione anche all'uso di materiali bio-ecocompatibili, alla gestione sostenibile del cantiere, e alle strategie legate all'efficienza energetica.

Alla aggiudicazione degli immobili seguirà, inoltre, la fase di progettazione architettonica, definitiva e/o esecutiva, attraverso la quale la «proposta vincitrice e le scelte in merito agli interventi dovranno essere sottoposte all'approvazione degli Enti competenti in materia edilizia e di tutela e presentate secondo le modalità e le procedure amministrative previste».

Per la valutazione delle offerte si terrà conto delle potenzialità della proposta sia in termini di sviluppo turistico, e relativo beneficio economico e sociale, sia in termini di promozione dello slow travel. 

Ex ufficio dell'Agenzia delle Entrate a Mileto (VV)

I siti e gli immobili messi a bando dal Demanio

Basilicata
• Casa cantoniera a Irsina (MT)
• Appartamento a Barile (PZ)
Calabria
• Ex ufficio dell'Agenzia delle Entrate a Mileto (VV)
• Ex padiglione delle imposte  a Mileto (VV)
Campania
• Convento San Marco a Sant'Angelo dei Lombardi (AV)
• Ufficio postale a Caserta
• Torre Angellara a Salerno
Emilia Romagna:
• Casa del Fascio a Ro Ferrarese (FE)
• Torre della Bastiglia a Serramazzoni (MO)
• Casa di Guardia a Campegine (RE)
Lazio:
• Rustico casa cantoniera a località Borgo Grappa, Latina.
Lombardia:
• Villetta a schiera a Lardirago (PV)
Marche:
• 5 Fabbricati residenziali a Potenza Picena (MC): Sub12 / Sub19 / Sub24 / Sub26
Molise:
• Appartamento a Campomarino (CB)
• Edificio in corso di costruzione a Sepino (CB)
Piemonte:
• Fabbricato residenziale a Palazzolo Vercellese (VC)
• Casa del Fascio a Vinzaglio (NO)
Puglia:
• Casello ferroviario a Altamura (BA)
• Casello ferroviario Grumo Appula (BA)
• Casello ferroviario a Toritto (BA)
Sardegna:
• Postazione antiaerea a Alghero (SS)
Sicilia:
• Casello ferroviario Ponte Patti a Calatafimi Segesta (TP)
• Stazione di vedetta Capo Feto a Mazara del Vallo (TP)
• Torre San Francesco C.da Marausa,Trapani
Veneto:
• Abitazione Canale Lusenzo - via Foxia Chioggia (VE),
• Abitazione Canale Lusenzo - via San Felice Chioggia (VE)

Info e bandowww.agenziademanio.it

pubblicato in data: