Dall'Apple store di Foster a Symbiosis di Citterio-Viel fino alla Bocconi di Sanaa: Milano guadagna nuove piazze

Piazze nuove o rinnovate ottenute dall'intervento dei privati. Milano conquista nuovi spazi di ritrovo per la comunità e lo fa con un massiccio piano di riqualificazione e con una strategia ad ampio raggio.

La scorsa settimana è stato inaugurato l'Apple store di piazza Liberty firmato dal premio Pritzker Norman Foster. In Italia il celebre architetto britannico ha già progettato la meno fortunata stazione di Firenze e realizzato padiglioni temporanei, quali una delle cappelle del Padiglione diffuso della Santa Sede alla Biennale di architettura di Venezia 2018 ed il padiglione degli Emirati Arabi all'Expo 2015.

Intanto, lo scorso 27 luglio, il comune meneghino ha annunciato anche la data di inaugurazione della nuova piazza realizzata da Beni Stabili nell'ambito del progetto Symbiosis, il nuovo business district in corso di costruzione, progettato dallo studio Antonio Citterio Patricia Viel.

Si lavora anche nel cantiere del nuovo campus della Bocconi, frutto di un concorso di progettazione internazionale indetto nel 2012 che venne vinto da Kazuyo Sejima e Ryue Nishizawa dello studio giapponese, anch'esso vincitore del Pritzker, Sanaa. Nell'ex area della Centrale del latte, come previsto dalla convenzione quadro firmata dal Comune e dall'Università, sarà messa in atto un'ampia valorizzazione di spazi pubblici, che include la nascita di una nuova piazza in via Sarfatti/Sraffa.

Apple store: la piazza come anfiteatro all'aperto

È stato inaugurato, lo scorso 26 luglio, il nuovo spazio retail della Apple. Uno spazio tutto interrato dal quale è nata una nuova piazza pubblica nel centro di Milano, a pochi passi dal Duomo. Una scenografica fontana in vetro segna l'ingresso al negozio e funziona da sfondo al grande anfiteatro all'aperto. La piazza pubblica, rivestita in beola grigia, ospiterà eventi speciali tutto l'anno.

A settembre, Apple Piazza Liberty ospiterà la Milan Series, una speciale serie della durata di un mese, in cui 21 artisti locali condivideranno la loro visione sul futuro creativo di Milano.

Inaugurazione il 27 settembre per la piazza del distretto Symbiosis

Il 27 settembre, durante la Green Week - evento dedicato al verde in città previsto dal 27 al 30 settembre - sarà inaugurata la nuova piazza nel distretto Symbiosis. L'area di 13mila metri quadri affianca la Fondazione Prada ed è destinata a diventare un nuovo punto di ritrovo.

«La piazza sarà pedonale e sarà dotata di 46 alberi (Prunus padus), vasche d'acqua, una parte di area a bosco, un giardino ruderale con erbacee e vegetazione spontanea. Saranno inoltre presenti panche, postazioni per lo smart working e il wifi», viene anticipato dal Comune meneghino con una nota.

© Milano distretto Symbiosis render Antonio Citterio Patricia Viel

© Milano distretto Symbiosis

Un piano per lo spazio pubblico che guarda al 2030

«Quella dell'amministrazione è una strategia precisa, che ha un'ottica da qui al 2030, e che prevede da un lato un piano capillare intervento di riqualificazione delle piazze esistenti, dall'altro una pianificazione attraverso il PGT mirata alla valorizzazione delle piazze lungo la 90/91» ha rimarcato l'assessore all'Urbanistica, al Verde e all'Agricoltura, Pierfrancesco Maran, in occasione dell'annuncio dell'inaugurazione della piazza pubblica che nascerà nel distretto Symbiosis. 

La scorsa settimana è stata data notizia anche dello stanziamento di circa 1 milione di euro per la riqualificazione di piazzale Archinto (non lontano dal Bosco Verticale), che rappresenta solo l'ultimo di una serie di provvedimenti dell'amministrazione che da qui al 2021 porteranno al restyling di molte piazze della città. Sant'Agostino, Ortica, Lavater, San Luigi, Luigi di Savoia , IV Novembre, Freud hanno già un piano di riqualificazione.

Spostandosi a nord est della città, «partirà in agosto - annuncia il Comune - la riqualificazione per la seconda parte di piazza Leonardo Da Vinci, lato viale Romagna, che andrà a completare il grande intervento che nel 2016 ha trasformato l'area di fronte al Politecnico da parcheggio a nuovo luogo di socialità per studenti e residenti di Città Studi». Più nel dettaglio, i lavori saranno realizzati a scomputo degli oneri nell'ambito di NòvAmpère, un progetto per nuove residenze dotate di servizi e di un parco privato.

In zona Cimitero Monumentale «sono prossimi a partire - ancora una volta ad informare è il Comune - i lavori per la realizzazione della piazza di circa 8mila metri quadri di cui 5.988 ad uso pubblico nell'ambito del progetto di Immobiliare Porta Volta S.r.l, per la futura sede dell'Associazione per il Disegno Industriale (ADI) e della sua Fondazione». 

pubblicato in data: - ultimo aggiornamento: