Concorso per 2.800 funzionari nella Pa: bando in Gazzetta ufficiale, via alle candidature

Domande entro il 21 aprile con identità Spid

È stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale (serie speciale «Concorsi ed esami») il bando di concorso per 2.800 funzionari da assumere, a tempo determinato, in pubbliche amministrazioni delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, nonché presso organismi e agenzie della presidenza del Consiglio dei ministri, tra cui il Dipartimento per le politiche di coesione e l'Agenzia per la coesione territoriale.

Diversi i profili ricercati dal Dipartimento della Funzione pubblica del Consiglio dei ministri, tra cui quello di funzionario esperto tecnico con competenza in materia di supporto e progettazione tecnica, esecuzione di opere e interventi pubblici e gestione dei procedimenti legati alla loro realizzazione. Per tale profilo sono richieste 1.412 unità di personale.

Altri 918 posti sono per funzionario esperto in gestione, rendicontazione e controllo con competenza in materia di supporto alla programmazione e pianificazione degli interventi, nonché alla gestione, al monitoraggio e al controllo degli stessi. Si cercano, inoltre, 177 funzionari esperti in progettazione e animazione territoriale  con competenza in ambito di supporto alla progettazione e gestione di percorsi di animazione e innovazione sociale. Infine, 169 posti sono riservati al profilo di funzionario esperto amministrativo giuridico e 124 a quello di funzionario esperto analista informatico.

Per l'ammissione al concorso è richiesta la laurea. Il contratto di lavoro avrà durata non superiore a 36 mesi. I vincitori saranno inquadrati tra il personale non dirigenziale di Area III - F1.

Per approfondire:
• Concorsi pubblici semplificati e sblocco per quelli già banditi: ecco cosa cambia

IL BANDO

Una quota dei posti riservata ai volontari delle Forze armate e agli ufficiali in ferma

Il trenta per cento dei posti è riservato ai volontari in ferma breve e ferma prefissata delle Forze armate congedati senza demerito ovvero durante il periodo di rafferma, ai volontari in servizio permanente, nonché agli Ufficiali di complemento in ferma biennale e agli ufficiali in ferma prefissata che hanno completato senza demerito la ferma contratta, ove in possesso dei requisiti previsti dal bando.

La selezione

La preselezione si svolge attraverso una valutazione dei titoli. È ammesso alla prova scritta un numero di candidati pari a tre volte il numero di posti da assegnare relativamente a ciascun profilo. La prova scritta si svolge presso sedi decentrate ed esclusivamente mediante strumentazione informatica e piattaforme digitali. 

La prova scritta consiste in un test di 40 domande con risposta a scelta multipla da risolvere in 60 minuti, per un punteggio massimo attribuibile di trenta punti. La prova scritta, che si intenderà superata con una votazione minima di 21/30, sarà volta a verificare la conoscenza teorica e pratica della lingua inglese, delle tecnologie informatiche e delle materie specifiche cha cambiano a seconda del profilo per il quale si concorre.

Non è prevista la pubblicazione della banca dati dei quesiti prima dello svolgimento della prova.

Il bando

Oltre che sulla Gazzetta ufficiale serie «Concorso ed esami» del 6 aprile, il bando è disponibile anche sui siti www.funzionepubblica.gov.it e http://riqualificazione.formez.it.

La domanda tramite Spid

L'invio della domanda deve avvenire unicamente per via telematica, attraverso il sistema pubblico di identità digitale (Spid), compilando l'apposito modulo elettronico sul sistema «Step-One 2019», raggiungibile sulla rete internet all'indirizzo «https://ripam.cloud», previa registrazione del candidato sullo stesso sistema. Sono accettate esclusivamente e indifferibilmente le domande inviate entro le ore 23,59 del 21 aprile 2021.

pubblicato in data: