40 funzionari all'Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo: riapertura dei termini e unica prova con quiz

Candidature entro il 30 agosto 2021

pubblicato il:

Riaprono i termini del bando per l'assunzione, a tempo indeterminato, di 40 funzionari presso l'Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (Aics). Contemporaneamente, la selezione viene semplificata secondo le nuove regole introdotte dal decreto «Contenimento Covid» (Dl 44 del 2021, articolo 10) che ha consentito l'utilizzo di strumenti informatici e digitali per scritti e orali e lo svolgimento di prove decentrate, anche non simultanee.

È forte l'impatto sul bando Aics delle nuove norme del Dl «Contenimento Covid», che nascono - come è noto -per conciliare le esigenze di tutela della salute con le operazioni di selezione cui partecipano spesso anche centinaia candidati. Più nel dettaglio, la procedura di selezione non prevede più la prova preselettiva e viene abolito anche il colloquio orale. Resta in piedi la sola prova scritta.

L'Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo si prepara ad assumere 40 unità, da inquadrare nell'Area funzionale III - F1, profilo funzionario tecnico-professionale, nei seguenti settori: promozione e comunicazione; programmazione e sviluppo economico; infrastrutture (ingegneria e architettura); salute, protezione sociale e gender (sviluppo umano); sviluppo rurale; patrimonio culturale; diritti umani e migrazione; educazione e formazione; statistica; finanza; sicurezza alimentare; partenariati pubblico privato; ambiente; informatica (Codice concorso TEC/AICS).

La selezione dei 40 funzionari è parte del bando che prevede l'assunzione di 92 unità di personale non dirigenziale, a tempo pieno e indeterminato, da inquadrare nell'Area funzionale III, fascia retributiva F1, nei ruoli dell'Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo e del ministero della Transizione ecologica (già ministero dell'Ambiente).  Il bando - pubblicato nella Gazzetta Ufficiale «Concorsi ed esami» n. 43 del 5 giugno 2020 - è ora rettificato con avviso pubblicato Gazzetta Ufficiale «Concorsi ed esami» n. 60 del 30 luglio 2021. La rettifica fa salve le domande di partecipazione regolarmente presentate alla data di scadenza dei termini previsti nel bando pubblicato il 5 giugno 2020.

Requisiti

Per l'ammissione al concorso TEC/AICS occorre aver conseguito una laurea, un diploma di laurea, una laurea specialistica o magistrale. 

La prova scritta

La prova scritta, che consiste nella risoluzione di quaranta quesiti a risposta multipla, si svolge esclusivamente mediante l'utilizzo di strumenti informatici e digitali anche in sedi decentrate e anche con più sessioni consecutive non contestuali, «assicurando comunque la trasparenza e l'omogeneità delle prove somministrate in modo da garantire il medesimo grado di selettività tra tutti i partecipanti». 

La prova scritta servirà anche a verificare la capacità logico-deduttiva e di ragionamento critico-verbale, la conoscenza di una seconda lingua straniera scelta tra spagnolo, francese, arabo e portoghese e la conoscenza delle tecnologie informatiche nonché specifiche competenze digitali.

Invio della domanda di ammissione

La domanda di ammissione deve essere presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema pubblico di identità digitale (Spid), compilando l'apposito modulo elettronico sul sistema «Step-One 2019», raggiungibile all'indirizzo ripam.cloud previa registrazione.

La registrazione, la compilazione e l'invio on-line della domanda devono essere completati entro il 30° giorno, decorrente dal giorno successivo a quello di pubblicazione del presente provvedimento nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami». Qualora il termine di scadenza per l'invio on-line della domanda cada in un giorno festivo, il termine sarà prorogato al primo giorno successivo non festivo. Sono accettate esclusivamente ed indifferibilmente le domande inviate entro le ore 23,59 di detto termine.

Bando, avviso di rettifica e informazioni sul sito riqualificazione.formez.it