Expo Gate, il primo infopoint dell’Esposizione Universale di Milano

Il progetto Expo Gate vincitore del concorso di design per l’Infopoint di Expo Milano 2015 viene affiancato dalla Stahlbau Pichler per la realizzazione delle strutture di questo grande evento internazionale.

Il progetto è stato ideato e realizzato da Scandurrastudio, ed ha come concept centrale quello di creare una porta che conduca nell’esposizione universale del 2015.

ExpoGate01

Il progetto consta di una piazza centrale che si inserisce tra due padiglioni a forma di tronco di cono vetrati. L’infopoint sarà collocato in Largo Cairoli ed avrà la funzione di spazio di socializzazione e soprattutto di punto informativo per l’esposizione di Expo 2015.

La gara di appalto è stata vinta proprio per le grandi migliorie tecniche presentate, infatti la stagione invernale e le feste di Natale hanno costretto le imprese ad una lotta contro il tempo, per cui le proposte dovevano essere realizzabili in relativamente poco tempo.

Altre grandi difficoltà sono rappresentate dall’ubicazione dell’opera nel centro di Milano e sopra al mezzanino della metropolitana, per tanto si rende necessario per le imprese effettuare verifiche strutturali e predisporre di trasporti notturni. In questo contesto si è ben inserito l’involucro affidato a Stahlbau Pichler che ha messo insieme velocità di realizzazione ed esecuzione, definita in 150 giorni consecutivi dalla consegna dell’area.

Expo Gate: il progetto architettonico

Il progetto ha l’obiettivo ultimo di riqualificare il collegamento tra Foro Bonaparte e il Castello Sforzesco da una parte, e Largo Cairoli dall’altra, ed ha come idea centrale quella di realizzare una porta che permetta di entrare nell’Expo2015.

Si tratta di una piazza centrale e due padiglioni laterali con una porta di accesso, le strutture sono utilizzate per i diversi strumenti di comunicazione, e possono essere modificate e riadattate a seconda delle esigenze nel tempo.

Al centro dei padiglioni ci sarà uno spazio vuoto usato come un punto di informazione. Le due grandi vele daranno informazioni in tempo reale, mentre le vetrate permetteranno di scorgere le attività che si svolgono all’interno.

L’opera rispecchia i principi di leggerezza e modularità, grazie all’acciaio sviluppato in grandi volumi reticolari e aerei, utili per ridurre al minimo l’impatto ambientale.

ExpoGate02

La struttura in acciaio ed involucro di Expo Gate

L’involucro è formato da tubi in acciaio verniciati RAL9010 con sezioni minime, che forma una struttura portante trasparente, di cui fa parte anche una vetrata appesa. I fabbricati hanno forma piramidale e dimensioni di 41 x 15 m, con un’altezza di circa 19 m. La struttura portante impiega 140 tonnellate di acciaio.

La facciata vetrata è costituita quasi interamente da vetrazioni serigrafate con motivi a pallini colore RAL9010 ed ha una copertura dell’ 80%. I vetri hanno avuto un trattamento a base di biossido di titanio che è autopulente.

Le facciate sfruttano i sistemi Schüco AOC 50 nella variante Structural Glazing, per presentare un design uniforme.

La copertura fatta di lamiera grecata è costituita da una statigrafia “a secco”, isolamento termico e acustico, barriera antivapore, e per la parte a vista, lamiera aggraffata.

Il piano terra si presenta con verti trasparenti e profili portanti in acciaio inox lucido, le porte d’ingresso hanno invece una luce netta da 3000 mm e si integrano bene nella facciata.  

Credits

Commessa: Realizzazione dell’Infopoint di Expo 2015 denominato ExpoGate
Committente: Triennale Servizi srl per conto di Expo spa.
Vincitore appalto: ATI composta dalla capogruppo IGC srl, Stahlbau Pichler srl per le categorie OS18A e OS18B, Fantin spa e IMG spa.

Progetto architettonico: Scandurra Studio – Arch. Alessandro Scandurra
Progetto strutturale: Redesco Progetti – Ing. Mauro Giuliani
Progettazione costruttiva delle strutture metalliche: Stahlbau Pichler srl
Progettazione costruttiva delle facciate: Stahlbau Pichler srl
Realizzazione delle strutture metalliche e delle facciate: Stahlbau Pichler (Project manager: Stefano Cumer, Design manager: Lukas Hofer, Site manager : Massimiliano Inconis)

 

 

pubblicato in data: